Ecco una sintesi del lavoro della settimana appena trascorsa. Buon inizio settimana.

La grande novità della settimana appena trascorsa riguarda il Velodromo Salinelle, struttura per anni lasciata a sé stessa, preda del degrado e dei rifiuti. Finalmente, grazie ad un accordo fra il Comune di Paternò, la Provincia di Catania e la Curatela della ditta che ha costruito l’impianto, quest’ultimo potrà essere ripulito e messo in sicurezza, a spese dell’Ente provinciale, e restituito alla città di Paternò. L’idea è quella di renderlo quanto prima fruibile, ma soprattutto di integrare la struttura all’interno di un’area, quella delle Salinelle, che verrà chiusa al traffico e video sorvegliata, per impedire l’abbandono indiscriminato dei rifiuti.

Spazio anche alla scuola, con la Giunta del Comune paternese che ha inviato alla Regione una richiesta di finanziamento per sei sedi scolastiche, che potrebbero beneficiare di contributi da utilizzare a favore dell’edilizia scolastica.

Dalle scuole alla cultura, con l’avvio della seconda edizione di Eventi di Marzo, una serie di iniziative messe a punto dalla Presidenza del Consiglio e dall’Assessorato alla Cultura, per festeggiare il mese dedicato alla donna attraverso una riflessione sulle pari opportunità.

Infine sport, con i campionati regionali di nuoto, tenutisi nel fine settimana all’interno della Piscina Comunale “Giovanni Paolo II”.

Ecco, nel dettaglio, gli eventi della settimana appena trascorsa.

Ecco una sintesi del lavoro della settimana appena trascorsa. Buon inizio settimana.

La rassegna di questa settimana è corposa, tanti argomenti e tutti ampi, degni di approfondimento, ma voglio fare una premessa. Il lavoro che facciamo continua ad avere alcuni fili conduttori precisi, che sono e saranno alla base del lavoro della mia giunta per tutti e 5 anni. Innanzitutto la creazione di comunità. Poichè io sono convinto che uno dei problemi della nostra città sia l'assenza di un vero spirito di comunità, lavoro, in ogni cosa che facciamo, per guidare i cittadini alla collaborazione, trattarli sempre da co-operatori del bene pubblico. Purtroppo la mediocrità culturale che ci circonda porta molti ad interpretare questo atteggiamento come un arretramento dell'amministrazione, invece molte volte richiede più lavoro fare qualcosa discutendone con i cittadini che farla e basta. Nella rassegna di questa settimana si trovano tanti esempi di questo tipo, il più eclatante di certo è carnevale. Un secondo filo conduttore è l'acquisizione di centralità della nostra città. Paternò ha vissuto in una condizione di emarginazione per anni, ora stiamo riuscendo a riportarla all'importanza che può meritare. Per questo lavorare in sinergia con altri enti o con gli altri comuni è molto importante. Preparatevi ad un marzo in cui ogni settimana sarà ricca di eventi, di ogni genere. Una vitalità culturale, ricreativa, artistica che ritengo non abbia precedenti. Entro martedì il programma.

Ecco dunque un riassunto dei fatti più importanti.

Ecco una sintesi del lavoro della settimana appena trascorsa. Buon inizio settimana.

Una settimana di intenso lavoro sul fronte rifiuti, con una serie di sopralluoghi compiuti dal Comune insieme alla Dusty, azienda che comincerà ad operare in questo settore da domani. Bisogna comprendere le criticità del territorio e mettere in campo azioni mirate a superarle: al centro dei riflettori, il problema delle micro-discariche, soprattutto in aree di grande interesse naturalistico, come le Salinelle. Ma non solo di rifiuti ci si è occupati in questi sette giorni, durante i quali il Sindaco ha incontrato la stampa per spiegare, insieme al Presidente dell’Ama, Giuseppe Rapisarda, i punti cardine della nuova gestione dell’azienda idrica. Che vedrà presto un cambio epocale: si passerà infatti dall’attuale tariffa, basata sul minimo impegnato, ad un canone legato al consumo effettivo d’acqua. E poi cultura, con la Casa dei Cantastorie, che molto presto vedrà la luce nei locali del Piccolo Teatro, che finalmente torna ad essere un centro di elaborazione artistica. Un piccolo sogno collettivo che diventa realtà…

Ecco dunque un riassunto dei fatti più importanti.

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Disavanzo ATO

Il documento che...

Ode al 2%, più o meno

La crisi di governo con...

I DUE PESI E LA MISURA (ovvero, cosa NON fa un...

Non ho mai sentito mio...