Riflettori sulle scuole, questa settimana, per l’Amministrazione paternese, che in quest’ambito ha lavorato su più fronti, dalla refezione scolastica, alla vivibilità degli ambienti, passando per la sicurezza delle strutture. Per quanto riguarda il primo punto, sono già diversi gli istituti scolastici paternesi che hanno fatto richiesta al Provveditorato degli Studi per attivare delle sezioni a tempo prolungato. Il Comune, da parte sua, si è impegnato per garantire loro le strutture e i fondi necessari per assicurare il servizio mensa, anche per le famiglie meno abbienti.

Ancora, spazio ai giovani che, in zona Ardizzone, presto potranno nuovamente fruire del Centro di aggregazione, i cui lavori di riammodernamento sono stati consegnati lo scorso lunedì.

Infine, Paternò si è preparata a celebrare degnamente la Pasqua. Oltre ai riti religiosi tradizionali, la novità di quest’anno è rappresentata dal programma di ampio respiro culturale messo a punto dalla Pro Loco e dall’assessorato al Turismo e alla Cultura del comune paternese, con la collaborazione della Parrocchia di Santa Maria dell’Alto e di varie associazioni culturali e di volontariato. Si tratta di “Pascha. Passaggio dalla morte alla vita”, manifestazione che racchiude in sé varie iniziative, aventi come denominatore comune la riscoperta del patrimonio culturale della città di Paternò, ed in particolare della sua Collina Storica.

Centro diurno per minori, consegnati i lavori.

Sono stati consegnati, presso il Palazzo Comunale, i lavori per la ristrutturazione del Centro di aggregazione per minori con disagio sociale, che sorge in viale Kennedy, a Paternò.

Gli interventi di riammodernamento dell'edificio verranno effettuati grazie ad un finanziamento proveniente dalla Regione, pari a 437 mila euro, e consentiranno di riaprire la struttura, chiusa da diverso tempo e più volte danneggiata dalle numerose incursioni di vandali.

Presenti alla firma del contratto, c'erano l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Paternò, Carmelo Palumbo, i rappresentanti dell'impresa Nucifora che svolgerà gli interventi ed una delegazione di lavoratori edili affiancati dai rappresentanti sindacali Domenico Murabito, per la Filca Cisl e Salvatore Papotto, della Fillea CGIL. Ad incontrare i sindacati ed i lavoratori, c'era anche il sindaco di Paternò, Mauro Mangano. Nel corso della mattinata, la ditta, accompagnata da funzionari del Comune, ha effettuato un primo sopralluogo nella struttura.

«Grazie alla determinazione dell'Amministrazione ed in particolare dell'Assessorato ai Lavori pubblici - evidenzia il Primo cittadino Mangano - siamo riusciti a recuperare un finanziamento importante che ci permetterà di ripristinare un'opera di grande valore sociale per il quartiere Ardizzone».

«Alla firma del contratto abbiamo invitato anche i sindacati - sottolinea l'assessore Carmelo Palumbo - nel rispetto del protocollo che il Comune ha firmato con i rappresentanti dei lavoratori edili, al fine di assicurare la tutela di questi ultimi e favorire, quando possibile, l'impiego di manodopera locale. Alla ditta abbiamo chiesto che gli interventi vengano svolti nei tempi previsti e nel rispetto di elevati standard di qualità e di sicurezza per i lavoratori».

Ed il centro di aggregazione per minori di zona Ardizzone non è l'unica struttura che sarà oggetto di interventi.

«La prossima settimana - annuncia l'assessore Palumbo - firmeremo il contratto con la ditta che completerà il lavori nel Centro diurno per disabili di viale dei Platani, inoltre abbiamo aggiudicato la gara per gli interventi da effettuare in via Vittorio Emanuele e a fine mese consegneremo il progetto esecutivo per l'asilo nido di Via Messina».

Il Comune di Paternò a fianco delle scuole per garantire il tempo pieno.

Il tempo pieno è ormai sempre più diffuso nelle scuole dell'obbligo paternesi, con molte famiglie che, per motivi di lavoro, scelgono di iscrivere i propri figli in istituti che offrono la possibilità di usufruire dell'orario prolungato. In questi giorni, molte le scuole dell'obbligo cittadine che hanno fatto richiesta al Provveditorato degli Studi per formare le sezioni a tempo pieno. Il Comune, da parte sua, ha lavorato per garantire loro le strutture e i fondi necessari per la refezione. «Sia l'Amministrazione che il Consiglio Comunale - sottolinea il sindaco di Paternò, Mauro Mangano - hanno lavorato per fornire alle scuole tutto il supporto necessario per assicurare continuità nell'erogazione del tempo prolungato, sia in termini di fondi per le famiglie indigenti, sia per quanto riguarda le strutture dove ospitare i refettori».

«Da qualche anno le scuole hanno mostrato l'esigenza di avere classi a tempo pieno - spiega l'assessore alla Pubblica istruzione, Flavia Indaco -, da parte nostra confermiamo l'impegno per garantire la qualità dei servizi scolastici nella nostra città e la vivibilità degli ambienti deputati alla refezione. Nei giorni scorsi, ad esempio, ci siamo attivati per la riapertura della sala mensa nella scuola di via Libertà».

Paternò, la sicurezza degli edifici scolastici ancora al centro dei riflettori.

Continua il lavoro del Comune di Paternò per migliorare la sicurezza delle sedi scolastiche. A tal proposito, in questi giorni, sono stati pubblicati due inviti a manifestazione di interesse per l’affidamento dei lavori da effettuare al II e al III Circolo didattico e sono state inoltre aperte le buste relative al bando di gara per gli interventi da svolgere nella succursale del I Circolo.

Per quanto riguarda il plesso centrale del II Circolo didattico “Giovanni XXIII”, in via Vulcano, il Comune ha indetto la gara per lo svolgimento dei lavori di miglioramento sismico e messa in sicurezza delle strutture in muratura. Gara pubblicata anche per il plesso centrale del III Circolo didattico “Aldo Moro”, in via Pietro Lupo: anche qui, necessari interventi volti al miglioramento sismico e alla messa in sicurezza della struttura.

In entrambi i casi, le somme necessarie per effettuare i lavori, pari a 380 mila euro per il II circolo e a 290 mila euro per il III, provengono da finanziamenti erogati dalla Regione Sicilia, Dipartimento di Protezione Civile, nell’ambito degli Accordi di Programma Quadro.

«E’ questo il coronamento degli sforzi compiuti da questa Amministrazione – evidenzia il Sindaco di Paternò, Mauro Mangano – che proseguendo la strada tracciata dalla precedente Giunta è riuscita a cogliere le opportunità di finanziamento a disposizione, per rispondere ai problemi più urgenti che riguardano le nostre scuole. Nel caso specifico di questi due finanziamenti – continua il Sindaco – ci siamo recati personalmente a Palermo per sollecitare lo sblocco delle somme, in sinergia con i sindacati che negli stessi giorni guidavano la protesta degli edili. Come ho già affermato nei giorni scorsi – conclude Mangano – il nostro impegno verso le strutture scolastiche è massimo, e stiamo dando priorità agli interventi più urgenti, come quelli che riguardano l’impiantistica e la sicurezza strutturale».

Aperte inoltre, come detto, le buste per la gara già indetta per la succursale del I Circolo didattico, in via degli Studi, dove verranno effettuati interventi di messa in sicurezza degli elementi non strutturali in cemento armato e adeguamento alle norme antincendio. I lavori saranno realizzati, anche qui, grazie ad un finanziamento della Protezione Civile, pari a 155 mila euro.

«Il Comune – afferma Flavia Indaco, assessore alla Pubblica istruzione - conta entro il mese di Maggio di aprire le buste relative ai bandi per i lavori da svolgere al II e al III circolo, e di espletare, entro gli stessi termini, la gara per gli interventi da effettuare nella sede centrale del I circolo, attraverso il finanziamento pari a 420 mila euro che abbiamo ottenuto nei mesi scorsi. Faremo in modo di cominciare i lavori entro Giugno – conclude Indaco - e di ultimarli entro Settembre o al massimo Ottobre, in modo da interferire il meno possibile con il normale svolgimento delle attività didattiche».

Volontari e Comune al lavoro per l’auditorium di via Libertà.

Sono tornati a Paternò gli studenti del biennio dell’Istituto Nautico “Duca degli Abruzzi” di Catania, che insieme ad alcuni volontari dell’associazione Asse hanno ultimato i lavori all’interno dell’auditorium del plesso scolastico di via Libertà. Con gli alunni del nautico, il dirigente del Istituto Comprensivo “G.B. Nicolosi”, Giusy Morsellino, e dell’Isis, Brigida Morsellino, che insieme all’assessore alla Pubblica istruzione del comune di Paternò, Flavia Indaco, hanno assistito alle operazioni. «Oggi si è rafforzata ancora di più la collaborazione fra l’Ente e le istituzioni scolastiche – sottolinea l’assessore Indaco -, ed è bello vedere come il mondo della scuola sia pronto a lavorare insieme a noi per raggiungere l’obiettivo comune della riapertura dell’auditorium».

«Gli studenti del nautico – evidenzia la preside, Brigida Morsellino – sono qui grazie alla collaborazione con l’Associazione nazionale marinai italiani, insieme alla quale hanno intrapreso un percorso volto a promuovere la legalità e la solidarietà sociale, che comprende attività di grande valore educativo come questa».

Una collaborazione, quella fra Comune, mondo della scuola e del volontariato, che non vuole fermarsi a questo intervento, come auspica Giusy Morsellino, dirigente del Comprensivo “Nicolosi”: « Questa non vuole essere un’attività sporadica, ma considerata la grande disponibilità dell’Amministrazione a lasciare spazio al volontariato, l’idea è quella di creare le condizioni affinché la cooperazione possa continuare, per sopperire alle difficoltà che le realtà istituzionali affrontano ogni giorno».

E nei giorni scorsi, all’interno dell’auditorium, sopralluogo da parte degli uffici ai Lavori pubblici del Comune, con in testa l’Arch. Antonino Rapisarda, che hanno provveduto a portare i pannelli da sostituire nella controsoffittatura, che verranno presto installati.

La Pasqua paternese: Collina Storica protagonista, fra arte e devozione.

Un cartellone ricco di eventi, che si protrarranno fino al 20 Aprile, è previsto a Paternò in occasione delle festività pasquali. Oltre ai riti religiosi tradizionali, la novità di quest’anno è rappresentata dal programma di ampio respiro culturale messo a punto dalla Pro Loco e dall’assessorato al Turismo e alla Cultura del comune paternese, con la collaborazione della Parrocchia di Santa Maria dell’Alto e di varie associazioni culturali e di volontariato. Si tratta di “Pascha. Passaggio dalla morte alla vita”, manifestazione che racchiude in sé varie iniziative, aventi come denominatore comune la riscoperta del patrimonio culturale della città di Paternò, ed in particolare della sua Collina Storica. Fulcro del progetto sarà la “Via della Croce”, la più significativa fra le forme di teatro religioso conosciute, che prenderà vita all’interno di dieci luoghi sacri della città, che ospiteranno le 14 stazioni della passione di Cristo, rappresentate attraverso manufatti ed installazioni a firma dei migliori artisti locali. Tesori nascosti e spesso poco conosciuti come le chiese di San Francesco alla Collina, Cristo al Monte, Gancia, Santa Caterina, Itria, solo per citarne alcune, saranno le tappe di un vero e proprio “museo diffuso” e potranno così essere riscoperte nei giorni del 10 e del 18 Aprile, dalle ore 09 alle 12, con visite guidate per le scuole, e nei giorni dell’11,12,13,17 e 19 Aprile, dalle ore 17 alle 21.

Accanto alla “Via della Croce”, “Pascha” prevede altri appuntamenti di elevato spessore, come la mostra personale del Maestro Barbaro Messina ed altri artisti, dal titolo “Sensazione. Maiolica dell’Etna”, che si potrà visitare dal 16 Aprile all’8 Giugno all’interno del Palazzo delle Arti.

Il cartellone degli eventi di Pasqua è stato presentato in conferenza stampa, a Palazzo Alessi. Ad illustrarlo c’erano, fra gli altri, il presidente della Pro Loco, Salvina Sambataro, e del Consiglio Comunale, Laura Bottino, l’assessore al Turismo, Alessandro Cavallaro, il sindaco, Mauro Mangano e don Salvatore Alì, prevosto sacerdote.

«La Pasqua diventa un’occasione perfetta per mostrare le tante piccole perle del nostro patrimonio artistico – ha evidenziato il sindaco, Mauro Mangano –, con la nostra città e la nostra collina storica che si trasformano, per l’occasione, in un vero e proprio museo a cielo aperto».

«I riti pasquali che si svolgono nella nostra città – ha affermato l’assessore al Turismo, Alessandro Cavallaro – sono fra i più suggestivi della provincia e quest’anno ad essi si aggiungeranno le iniziative culturali organizzate dalla Pro Loco, che il Comune ha sposato nell’ottica della valorizzazione e della riscoperta delle gemme nascoste della nostra città, cominciando da quelle che si trovano sulla Collina Storica».

A Paternò la guida turistica sarà virtuale.

Guide turistiche virtuali faranno presto la loro comparsa nella città di Paternò. È stato infatti assegnato l’appalto per l’installazione di diversi totem multimediali che verranno collocati in alcuni punti strategici, tra cui le piazze più importanti del centro storico, e all’interno di due edifici comunali. I fondi per la realizzazione dei lavori, pari a 346 mila euro, provengono dai finanziamenti erogati nell’ambito del Fondo Europeo per lo sviluppo regionale, con l’obiettivo di assicurare la massima fruizione delle attrattive turistiche per i visitatori.

Ad aggiudicarsi i lavori l’associazione temporanea d’impresa Mandarin Wimax Sicilia, che si occuperà di installare sei pannelli multimediali, da collocare nel centro storico, più altri due kiosk telematici ad alta tecnologia da sistemare all’interno di due edifici della città, ovvero la Biblioteca Comunale e il Palazzo delle Arti.

Vari e diversificati i servizi fruibili attraverso i pannelli. Ciascun totem consentirà all’utente di accedere ad una piattaforma virtuale, contenente notizie sulla storia, l’architettura, il paesaggio, gli itinerari turistici della città, sotto forma di testi e materiale audiovisivo. I pannelli, che forniranno anche comunicazioni per i cittadini, saranno facilmente fruibili anche dagli ipovedenti. Ognuno di essi verrà inoltre collegato tramite rete internet Wi-Fi ad un server centrale, attraverso il quale si potranno facilmente aggiornare i dati accessibili da tutti i totem o anche gestirli singolarmente. Ma non finisce qui: ogni pannello fungerà da hot spot, consentendo a visitatori e cittadini di collegarsi gratuitamente alla rete utilizzando portatili o smartphones, e sarà dotato di telecamera, che adempirà al doppio compito di scoraggiare atti vandalici contro il pannello stesso e di controllare la zona in cui il dispositivo è collocato.

Accanto ai totem telematici, il progetto finanziato con fondi europei prevede anche la realizzazione di segnaletica turistica tradizionale, con pannelli in metallo di ampie dimensioni, indicanti i luoghi di interesse, da collocare agli ingressi della città; di segnaletica direzionale per facilitare il rinvenimento dei siti e infine di pannelli da collocare nei pressi dei beni monumentali che contengano anche notizie storiche.

«Il progetto fa parte di una strategia volta al rilancio turistico della nostra città – evidenzia il sindaco di Paternò, Mauro Mangano –, strategia che è iniziata con interventi volti a migliorare la vivibilità dei nostri siti di maggiore interesse storico e che adesso punta ad assicurarne la massima fruizione per i visitatori. In quest’ottica – conclude il Sindaco – questo progetto potrà rappresentare un punto di forza nell’offerta turistica della nostra città».

Paternò, i Sindaci incontrano il Consorzio di Bonifica.

Paternò ospiterà una conferenza per discutere dei problemi relativi alla prossima stagione irrigua. L’incontro, promosso dal Comune, Assessorato alle Attività produttive e dal Consorzio di Bonifica Piana di Catania, avrà luogo alle ore 17.00 di mercoledì 16 Aprile, presso il salone della Biblioteca Comunale “G.B. Nicolosi”, in via Monastero 2.

Oltre ai promotori dell’iniziativa, a prendere parte al dibattito saranno anche i sindaci e gli amministratori dei comuni agrumetati della Piana di Catania, gli agricoltori e le associazioni di categoria. A fare gli onori di casa saranno il sindaco di Paternò, Mauro Mangano e l’assessore alle Attività produttive, Agostino Borzì. Sarà presente, fra gli altri, il Direttore del Consorzio di Bonifica, Giuseppe Barbagallo.

«Siamo venuti a conoscenza di vari problemi che potrebbero compromettere la fornitura dell’acqua per la prossima stagione irrigua – dichiara l’assessore Borzì -, e che riguardano in modo particolare sia la disponibilità delle risorse idriche negli invasi che la difficoltà di effettuare gli interventi di manutenzione delle condotte, propedeutici all’inizio della stagione irrigua. Purtroppo – aggiunge Borzì – pare che la Regione abbia ridotto le somme a disposizione del Consorzio di Bonifica per la manutenzione degli impianti e dunque è necessario trovare delle soluzioni per assicurare la fornitura d’acqua ai nostri agricoltori per l’ormai prossima stagione irrigua. Abbiamo subito raccolto l’allarme lanciato dal Direttore Barbagallo ed insieme ai rappresentanti del territorio faremo il punto della situazione ed individueremo le iniziative da prendere per la salvaguardia delle nostre produzioni».

Brigida_Morsellino_Flavia_Indaco_Giusy_Morsellino
centro_storico_paterno
Collinastorica
conferenza_stampa_pasqua
consegna_lavori_centro_minori
II_circolo
IV_circolo
via_liberta

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Disavanzo ATO

Il documento che...

Ode al 2%, più o meno

La crisi di governo con...

I DUE PESI E LA MISURA (ovvero, cosa NON fa un...

Non ho mai sentito mio...