Ecco una sintesi del lavoro della settimana appena trascorsa. Buon inizio settimana.

Una settimana, quella appena trascorsa, che si è aperta con i risultati delle elezioni europee tenutesi domenica 25 maggio, che hanno visto la forte  affermazione del Pd su tutto il territorio nazionale. Per il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, si tratta di «un risultato che rafforza la stabilità del Governo, e che ci fa sperare che nei prossimi anni si possa finalmente mettere in atto una politica che, oltre ad imporre tagli e tasse, possa aiutarci a dare risposte ai cittadini».

Dalle elezioni passiamo alle tematiche relative all’amministrazione cittadina: è cominciata la rimozione delle micro-discariche, con operazioni in corso nelle periferie, e sulla collina storica. Nel corso della settimana è toccato a via Quintino Sella, l’arteria stradale che funge da collegamento fra via Giovanni Verga e via Balatelle, e che costeggia l’area della forestale ed il cimitero nuovo, la cui parte sud è stata totalmente sgomberata dai cumuli di rifiuti. Lavori di pulizia terminati, invece, al cimitero monumentale, sito sull’acropoli paternese.

Sul fronte degli eventi, da segnalare il bellissimo risultato ottenuto dallo Sport Day, iniziativa inserita nell’ambito della Primavera dello Sport e svoltasi al Parco del Sole, con centinaia di studenti delle scuole dell’obbligo che hanno avuto la possibilità di cimentarsi in diverse discipline sportive. La manifestazione, patrocinata dal Coni Catania, è stata un grande successo, frutto della sinergica collaborazione fra gli Assessorati allo Sport e alla Pubblica istruzione e le associazioni sportive presenti sul territorio.

Queste ed altre notizie nella consueta rassegna stampa della settimana. Buona lettura!

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Disavanzo ATO

Il documento che...

Ode al 2%, più o meno

La crisi di governo con...

I DUE PESI E LA MISURA (ovvero, cosa NON fa un...

Non ho mai sentito mio...