Paternò, l'Amministrazione incontra gli operatori turistici.

Incontro questo pomeriggio, a Palazzo Alessi, fra l'Amministrazione comunale paternese e alcuni operatori turistici del territorio, allo scopo di delineare una strategia condivisa per lo sviluppo turistico della città. Presenti una ventina di esercenti fra ristoratori, titolari di strutture ricettive ed agenzie di viaggio. Ad accoglierli c'erano il sindaco, Mauro Mangano, gli assessori al Turismo, Alessandro Cavallaro e alle Attività produttive, Agostino Borzì; a partecipare alla tavola rotonda anche il presidente della Commissione Consiliare alla Cultura, Antonio Arena, il consigliere comunale Alfredo Sciacca e il dirigente degli uffici al Turismo, Salvo Girianni.

Obiettivo dell'incontro, l'istituzione di un tavolo permanente, fra l'Amministrazione comunale e gli operatori del settore, finalizzato alla programmazione dello sviluppo turistico e alla risoluzione delle criticità ad esso connesse. Contestualmente, il Comune ha lanciato l'idea di realizzare un portale web attraverso il quale dare maggiore visibilità alle attrattive turistiche della città e alle strutture ricettive presenti. Spazio anche alle questioni burocratiche, in tal senso l'Amministrazione ha indicato gli uffici comunali al Turismo come l'interlocutore a cui rivolgersi per una risoluzione celere dei problemi più urgenti.

«Abbiamo organizzato solo oggi questa riunione - ha spiegato il sindaco di Paternò, Mauro Mangano - perché riteniamo che adesso ci siano le condizioni per parlare di sviluppo turistico in termini realistici. Per fare qualche esempio - ha continuato il primo cittadino - abbiamo risolto alcuni dei problemi legati alle micro-discariche, presenti su alcuni svincoli all'ingresso della città o in luoghi di interesse naturalistico come le Salinelle, attraverso operazioni costanti di pulizia e repressione che cominciano a dare i loro frutti. Adesso vogliamo offrirvi il nostro supporto per portare avanti le vostre iniziative, per questo vorrei che ci incontrassimo periodicamente per mettere a punto una rete di operatori del settore che collaborino al miglioramento dell'offerta turistica e alla sua promozione».
«Vogliamo confrontarci con voi per comprendere le criticità del settore e le vostre esigenze - ha detto l'assessore Borzì agli operatori presenti alla riunione -. Ci sono delle importanti novità a Paternò in ambito turistico: presto grazie a finanziamenti che abbiamo ottenuto potremo installare dei totem turistici multimediali nel centro cittadino e la Pro Loco ha ricevuto un finanziamento importante per la creazione di itinerari turistici, ma tutto ciò può funzionare efficacemente solo con la vostra collaborazione». «Paternò ha una serie di impianti sportivi e bellezze monumentali e naturali che attirano un certo numero di utenti e visitatori- ha aggiunto l'assessore Cavallaro - e ci auguriamo di poter aggiungere a tutto questo il castello normanno, che contiamo di riaprire presto. Ma tutto ciò non basta se non siamo in grado di offrire delle strutture ricettive e servizi adeguati».

Gli operatori turistici intervenuti all'incontro hanno apprezzato l'iniziativa dell'Amministrazione comunale, cogliendo l'occasione per esporre alcune delle problematiche da affrontare: dalla necessità di migliorare la segnaletica relativa ai luoghi da visitare, alle questioni inerenti i rifiuti e la burocrazia. Un ristoratore presente alla riunione ha sottolineato come, negli ultimi anni, le strutture ricettive siano incrementate e migliorate, e in molti si sono trovati d'accordo con l'idea di coordinare il lavoro dei vari operatori, per offrire servizi più efficienti e completi ai potenziali visitatori.

Paternò, 02 ottobre 2014

01_2014_10_14_in_via_mauro_mangano
02_2014_10_14_in_via_mauro_mangano

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Dantedi

Un gioco, se volete, un...

Didattica da toccare

- Didattica è il...

Sradicamenti immemorabili

Ovvero di come la...