Una settimana, quella appena trascorsa, che si è aperta con i risultati delle elezioni europee tenutesi domenica 25 maggio, che hanno visto la forte affermazione del Pd su tutto il territorio nazionale. Per il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, si tratta di «un risultato che rafforza la stabilità del Governo, e che ci fa sperare che nei prossimi anni si possa finalmente mettere in atto una politica che, oltre ad imporre tagli e tasse, possa aiutarci a dare risposte ai cittadini».

Dalle elezioni passiamo alle tematiche relative all’amministrazione cittadina: è cominciata la rimozione delle micro-discariche, con operazioni in corso nelle periferie, e sulla collina storica. Nel corso della settimana è toccato a via Quintino Sella, l’arteria stradale che funge da collegamento fra via Giovanni Verga e via Balatelle, e che costeggia l’area della forestale ed il cimitero nuovo, la cui parte sud è stata totalmente sgomberata dai cumuli di rifiuti. Lavori di pulizia terminati, invece, al cimitero monumentale, sito sull’acropoli paternese.

Sul fronte degli eventi, da segnalare il bellissimo risultato ottenuto dallo Sport Day, iniziativa inserita nell’ambito della Primavera dello Sport e svoltasi al Parco del Sole, con centinaia di studenti delle scuole dell’obbligo che hanno avuto la possibilità di cimentarsi in diverse discipline sportive. La manifestazione, patrocinata dal Coni Catania, è stata un grande successo, frutto della sinergica collaborazione fra gli Assessorati allo Sport e alla Pubblica istruzione e le associazioni sportive presenti sul territorio.

Queste ed altre notizie nella consueta rassegna stampa settimanale.

Elezioni europee, il commento del sindaco di Paternò.

Il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, commenta cosi i risultati delle elezioni europee, all’indomani del voto: «Siamo felici per il risultato ottenuto dal Pd a livello nazionale, perché rafforza la stabilità del Governo, e questo ci fa sperare che nei prossimi anni si possa finalmente mettere in atto una politica che, oltre ad imporre tagli e tasse, possa aiutarci a dare risposte ai cittadini. Per quanto riguarda i risultati paternesi – prosegue Mangano – siamo consapevoli che sia il tasso d’astensionismo che le percentuali di una parte del voto siano un messaggio sul quale l’Amministrazione deve riflettere. D’altra parte, però, siamo molto soddisfatti del fatto che a Paternò il Partito Democratico abbia aumentato del 15% i propri consensi rispetto alle ultime politiche. Questo risultato – continua il Sindaco - è certamente dovuto ad un partito più ricco di risorse umane, all’interno del quale la pluralità rispecchiata anche dalle varie preferenze date ai candidati dimostra che in questi ultimi mesi si è compiuto un percorso che rende il Pd di Paternò un partito agibile e plurale, aperto e proiettato verso il futuro piuttosto che chiuso in sé stesso, come era avvenuto per anni».

Paternò, in atto la rimozione delle micro-discariche.

Ripulito il cimitero monumentale, operazioni in corso anche in via Sella.

Operazioni di pulizia straordinaria delle micro-discariche sono attualmente in corso a Paternò. Nel corso della settimana è toccato a via Quintino Sella, l’arteria stradale che funge da collegamento fra via Giovanni Verga e via Balatelle, e che costeggia l’area della forestale ed il cimitero nuovo.

La via è purtroppo particolarmente interessata dal triste fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti, per questo il Comune di Paternò, in collaborazione con la Dusty, la ditta che si occupa del servizio rifiuti in città, ha messo a punto un piano straordinario di pulizia proprio sulla zona. I lavori hanno già portato i primi risultati: l’area sud dell’arteria stradale è stata infatti ripulita e sgomberata dai cumuli di sacchetti, e nei prossimi giorni si interverrà sulla restante parte. «Insieme alla ditta, e come già preannunciato nei mesi scorsi, stiamo provvedendo a risolvere le situazioni di maggiore criticità – evidenzia il sindaco di Paternò, Mauro Mangano – che riguardano in modo particolare le periferie paternesi. E’ chiaro che i risultati raggiunti saranno vanificati se una fetta della città si ostina a liberarsi dei rifiuti senza seguire le regole, cosa che non è più giustificabile, essendoci un servizio porta a porta che funziona regolarmente».

Le operazioni di pulizia straordinaria si sono nel frattempo concluse all’interno del cimitero monumentale, posto sulla collina storica. Anche qui intervento di Dusty, che ha provveduto a rimuovere i cumuli di fiori secchi e gli altri rifiuti presenti in alcune aree del luogo sacro, malgrado il cimitero sia da diversi mesi dotato di numerosi contenitori per l’immondizia. L’appello delle istituzioni affinché la pulizia venga mantenuta si rinnova anche in questo caso: «Vorrei che i cittadini comprendessero che senza la loro collaborazione ogni azione intrapresa dall’Amministrazione risulta totalmente vana – sottolinea l’assessore ai Servizi cimiteriali, Agostino Borzì -, inoltre questi interventi straordinari sono un costo in più che si riversa sulla comunità intera, per questo mi appello al buon senso dei cittadini affinché ci sia maggior cura degli spazi comuni».

Sport Day, venerdì grande successo per la manifestazione dedicata alle scuole.

Il Comune e le associazioni sportive insieme per avvicinare i più piccoli allo sport.

Grande entusiasmo e partecipazione per gli oltre 300 studenti che venerdì scorso hanno animato il Parco Giovanni XXIII (meglio noto come Parco del Sole), in occasione dello Sport Day.

La manifestazione, fra le più attese nell’ambito della “Primavera dello Sport”, nasce dalla stretta collaborazione fra l’Amministrazione comunale, Assessorati allo Sport e alla Pubblica istruzione, le scuole dell’obbligo cittadine e le numerose associazioni sportive presenti sul territorio, che per tutta la mattinata di venerdì si sono messe a disposizione dei piccoli studenti per consentir loro di cimentarsi con diverse discipline, come calcio, tennis, pallavolo, ma anche badminton, baseball, freccette e rugby.

«E’ bello vedere i nostri studenti che si mettono alla prova con le diverse attività sportive – ha affermato l’assessore alla Pubblica istruzione, Flavia Indaco -, alcune delle quali meno diffuse fra i bambini. In questo modo i giovanissimi possono accostarsi allo sport, mentre le associazioni hanno la possibilità di far conoscere le proprie attività».

«Quest’anno, anche grazie ad iniziative come questa, – evidenzia l’assessore allo Sport, Alessandro Cavallaro – la Primavera dello Sport ha riscosso un grandissimo successo, rappresentando una spesa veramente contenuta per il Comune, che con pochi fondi e grazie alla collaborazione delle associazioni e del Coni è riuscito a mettere a punto un calendario di eventi completo e rivolto a tutti, che ci auguriamo di concludere in bellezza con il trofeo di danza che si svolgerà domenica e di ripetere anche l’anno prossimo».

Una giornata felice per molti bambini, e positiva per le associazioni coinvolte, che hanno collaborato con grande entusiasmo per la buona riuscita dello Sport Day, che potrebbe essere riproposto all’inizio del prossimo anno scolastico.

«La manifestazione è andata davvero bene - afferma Antonino Marletta, maestro di taekwondo e presidente dell’ “A.S.D. Centro Taekwondo” -, ed ha coinvolto più partecipanti di quanto mi aspettassi. Gli studenti si sono dimostrati curiosi nei confronti della disciplina che insegno e desiderosi di apprendere. Hanno tanta voglia di fare, tocca a noi incoraggiarli».

«L’iniziativa è stata organizzata molto bene da parte dell’assessore Cavallaro – afferma Enzo Pappalardo, dell’A.P.D. “Le Racchette” - con la possibilità di provare vari tipi di sport, fra i quali il nostro, che è una disciplina olimpionica già dal ’90 e a Paternò sta crescendo grazie anche ai nostri talenti locali, come la giovane atleta Giulia Fiorito, che è stata selezionata per la nazionale».

Attraverso lo Sport Day, patrocinato dal Coni provinciale, il Comune etneo ha aderito, anticipando l’evento di qualche giorno, alla Giornata Nazionale dello Sport 2014, che si svolgerà su tutto il territorio italiano la prossima settimana. L’iniziativa si è conclusa a mezzogiorno, con gli studenti che hanno ricevuto le medaglie dal Coni come ricordo dell’evento.

Alga rossa, scampato pericolo.

Il Sindaco Mangano e l'assessore Borzì esprimono soddisfazione per l'esito delle analisi chimiche.

Il sindaco di Paternò, Mauro Mangano e l'assessore alle Attività produttive del comune etneo, Agostino Borzì, esprimono soddisfazione per quanto riguarda l'esito delle analisi chimiche svolte sulle acque del fiume Simeto, ed in particolare sull'invaso di Pozzillo, sotto osservazione nelle ultime settimane, a seguito dell'emergenza alga rossa. Dai controlli è risultato che le acque sono prive della pericolosa alga. La notizia è stata resa nota nel corso dell'incontro svoltosi venerdì pomeriggio presso la sede del Consorzio di Bonifica 9 di Catania, a cui ha preso parte anche l'assessore, Agostino Borzì, insieme ai rappresentanti di altri comuni. «Durante la riunione – afferma Borzì – abbiamo ricevuto la notizia da parte del sindaco di Regalbuto, a seguito dell'esito dei controlli svolti dall'Arpa, che hanno dimostrato l'abbassamento dei valori al di sotto dei limiti previsti dalla legge». Nel corso dell'incontro è giunta anche una altra buona notizia: la Regione ha infatti sbloccato i fondi da destinare al Consorzio. «Abbiamo saputo che la stagione irrigua potrebbe cominciare a partire dal 16 giugno – commenta l'assessore Borzì – purtroppo la disponibilità degli invasi è limitata a causa della siccità dei mesi invernali, ma la stagione irrigua potrebbe comunque proseguire almeno fino ai primi giorni di agosto».

«I risultati raggiunti – commenta il sindaco di Paternò, Mauro Mangano – sono il frutto della lotta che in queste settimane abbiamo portato avanti per scongiurare la minaccia dell'alga rossa, riuscendo ad evitare lo sversamento dell'acqua dell'invaso nel fiume e per far sì che la stagione irrigua potesse iniziare al più presto».

Sabato manifestazione di protesta contro l'uccisione degli animali.

Il Comune ha autorizzato il corteo, nel tratto compreso fra via Balatelle e piazza Carlo Alberto.

Sabato 31 maggio si è tenuto un corteo, promosso da una privata cittadina ed autorizzato dal Comune, per protestare contro l'uccisione ed il maltrattamento degli animali. La marcia mira a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della protezione degli animali ed in particolare dei cani, anche alla luce di quanto avvenuto nelle scorse settimane, quando decine di cani vennero uccisi da esche velenose, disseminate nella zona del cimitero nuovo.

La richiesta iniziale della promotrice dell'iniziativa prevedeva per il corteo un itinerario che, partendo da via Balatelle, si sarebbe dovuto spostare lungo tutto il centro cittadino per concludersi nello spiazzo antistante il Palazzo Comunale di Parco del Sole. L'Amministrazione ha però deciso di limitare l'itinerario della marcia al tratto di strada che va da via Balatelle a piazza Carlo Alberto, autorizzando i partecipanti a manifestare, nella forma di assemblea o raduno, in qualunque delle piazze già interessante dal corteo.

«L'Amministrazione è molto sensibile al tema della manifestazione - sottolinea il sindaco di Paternò, Mauro Mangano - e si sta occupando giorno dopo giorno dei problemi legati all'abbandono degli animali e al randagismo. Inoltre, nella zona del cimitero nuovo, abbiamo affisso degli avvisi per notificare la possibile presenza di esche velenose e ricordare che il maltrattamento degli animali è un reato penale. Abbiamo autorizzato la manifestazione, di cui condividiamo lo spirito - continua il Sindaco - ma siamo stati costretti a limitarne il percorso rispetto alle richieste pervenuteci, per via della concomitanza di altre manifestazioni e la conseguente carenza di disponibilità di vigilanza urbana, cosa che non ci avrebbe consentito di garantire la sicurezza nel corso della manifestazione, se si fosse svolta per un tratto più lungo di quello autorizzato».

cimitero_monumentale
MauroMangano
pulizia_via_sella
Simeto_alga_rossa
sport_day
sport_day3
sport_day_2
sport_day_4

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Disavanzo ATO

Il documento che...

Ode al 2%, più o meno

La crisi di governo con...

I DUE PESI E LA MISURA (ovvero, cosa NON fa un...

Non ho mai sentito mio...