Ecco una sintesi del lavoro della settimana appena trascorsa. Buon inizio settimana.

Riflettori sulle scuole, questa settimana, per l’Amministrazione paternese, che in quest’ambito ha lavorato su più fronti, dalla refezione scolastica, alla vivibilità degli ambienti, passando per la sicurezza delle strutture. Per quanto riguarda il primo punto, sono già diversi gli istituti scolastici paternesi che hanno fatto richiesta al Provveditorato degli Studi per attivare delle sezioni a tempo prolungato. Il Comune, da parte sua, si è impegnato per garantire loro le strutture e i fondi necessari per assicurare il servizio mensa, anche per le famiglie meno abbienti.

Ancora, spazio ai giovani che, in zona Ardizzone, presto potranno nuovamente fruire del Centro di aggregazione, i cui lavori di riammodernamento sono stati consegnati lo scorso lunedì.

Infine, Paternò si è preparata a celebrare degnamente la Pasqua. Oltre ai riti religiosi tradizionali, la novità di quest’anno è rappresentata dal programma di ampio respiro culturale  messo a punto dalla Pro Loco e dall’assessorato al Turismo e alla Cultura del comune paternese, con la collaborazione della Parrocchia di Santa Maria dell’Alto e di varie associazioni culturali e di volontariato. Si tratta di “Pascha. Passaggio dalla morte alla vita”, manifestazione che racchiude in sé varie iniziative, aventi come denominatore comune la riscoperta del patrimonio culturale della città di Paternò, ed in particolare della sua Collina Storica.

Vediamo nel dettaglio i fatti più importanti della settimana appena trascorsa.

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Disavanzo ATO

Il documento che...

Ode al 2%, più o meno

La crisi di governo con...

I DUE PESI E LA MISURA (ovvero, cosa NON fa un...

Non ho mai sentito mio...