Vota questo articolo
(0 Voti)

Il sindaco in cerca di sostegno pare ormai vicino ad un accordo con qualche parte della sua ex-maggioranza. Aspettiamo che siano resi pubblici i termini di questo accordo. Su quali basi programmatiche si modifica il proprio parere sul sindaco, quale svolta si vorrà dare ad una amministrazione evidentemente non all'altezza del suo ruolo? In realtà, in vista vedo solo rattoppi e qualche cambio di poltrona...

Buone notizie

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ogni tanto una buona notizia per Paternò. L'attività di recupero di rifuti della società D.B. Group nei siti di contrada Cannizzola si è conclusa. La dismissione dello stabilimento ha portato alla revoca dell'ordinanza regionale che permetteva alla stessa società di utilizzare rifiuti speciali per attività industriali. La revoca è contenuta nella gazzetta ufficiale della regione sicilia n.19 del 2 maggio: "con decreto n. 53/SRB del 28 marzo 2008 del direttore del settore V dell'Agenzia regionale per i rifiuti e le acque, sono state revocate, per dismissione dello stabilimento sito in contrada Cannizzola nel comune di Paternò, le ordinanze commissariali n. 826 del 25 settembre 2002 e n. 702 del 14 luglio 2003, relative all'attività di recupero rifiuti effettuata dalla società D.B. Group S.p.A.".

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il consiglio comunale ha bocciato definitivamente la proposta di introduzione dell'addizionale I.R.P.E.F.. Hanno votato a favore della proposta del sindaco soltanto i consiglieri di F.I. ed A.N. (eccetto Isaia che non era presente). Tutti gli altri hanno votato contro. Il risultato di questo voto, che aveva assunto per il sindaco un valore fondamentale, non può restare privo di conseguenze. Se è vero che senza l'addizionale, come egli ha sostenuto, non si può

Vota questo articolo
(0 Voti)

La maggioranza che sostiene il sindaco Failla si è presentata ieri in consiglio spaccata, con tutto l'M.P.A.  e l'U.D.C. compatto contro la decisione di imporre l'addizionale. Il capogruppo di Forza Italia, Venora, ha chiesto un rinvio, che non è stato approvato, grazie anche al'astensione del consigliere Isaia, che ha votato in difformità al proprio gruppo, ma al termine del dibattito i consiglieri di F.I. (Venora, Chisari, Cirino, Paternò, Cunsolo Antonino, Panebianco), di A.N. (Ciancitto, Mannino, Gentile, Spampinato, Isaia), i consiglieri Milicia, Rau, Aiosa, Milici, hanno abbandonato l'aula causando il rinvio della seduta a  martedì 6  alle 20,30.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ancora una volta i media italiani celebrano la svolta storica del superamento degli steccati ideologici, a proposito dell'elezione di Alemanno a sindaco di Roma. Come spesso accade, si tratta di definizioni superficiali e ben poco significative. Sono le stesse che furono date dopo l'elezione di D'Alema e Napolitano a presidente del consiglio e della repubblica. Insomma, questi steccati in realtà sono crollati da decenni.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Le prossime elezioni provinciali non saranno connotate dai temi politici nazionali, non si tratterà di giudicare il governo Prodi o cose del genere, quindi dobbiamo trasmettere ai cittadini di Paternò un messaggio chiaro: votare i candidati di riferimento delle liste che sostengono il sindaco significa approvare l'attività di Failla & company. Invece occorre dare un segnale forte contro l'immobilismo e l'inefficienza di chi amministra Paternò.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Failla ripropone l'addizionale irpef, è giusto lanciare una forte mobilitazione nella città? con quali strumenti? Come  consiglieri dell'opposizione svolgeremo il nostro ruolo, ma non basta se non suscitiamo un dibattito chiaro nella città, che indichi in modo trasparente le responsabilità di ciascuno.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il bilancio di previsione è lo strumento fondamentale dell'amministrazione, ma non sembra essere una priorità per il sindaco Failla. Preferisce dire ai cittadini: "non ci sono soldi, non si può fare." piuttosto che cercare di programmare le cose da fare, realisticamente. La sua inadempienza aggrava la crisi della città. Un motivo in più per chiedere al più presto al sindaco di dimettersi.

Mauro Mangano Sindaco

Newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register
Terms and Condition

Compila il form d'iscrizione alla newsletter. Tutti i campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori. Inserisci un indirizzo e-mail valido. Riceverai un messaggio di conferma iscrizione alla newsletter.


Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.