di Carlo Sini

Più riguardo a "Il gioco del silenzio". Una grande, compatta, pulita riflessione sul valore del silenzio e della parola, un compendio della sapienza filosofica che apre delle scintille di riflessione ad ogni pagine, e ci guida verso alcune conclusioni, tra le quali: "la virtù prima del filosofo non è la parola, bensì l'ascolto, non è la ragione espressa, ma la domanda silenziosa con il suo carico di angoscia e di sapere". il libro è questo"

20 Mag 2014

Strada dritta

Ieri sono iniziati i lavori per la sistemazione dell'arredo della via principale, per il tratto che va da piazza indipendenza acamion lavori piazza quattro canti. Un piccolo lavoro, in fondo, ma molto importante, perchè quella strada negli ultimi anni era diventato l'emblema di una città disordinata, caotica, impossibile da percorrere a piedi perchè invasa dalle macchine.

Purtroppo questo intervento non l'abbiamo potuto fare prima, per mille motivi, primo fra tutti ovviamente la mancanza di fondi, ma anche l'intenzione di fare un intervento che migliori davvero la situazione della strada, quindi sia meditato e condiviso il più possibile.

Tra qualche giorno il lavoro sarà finito, e il nostro obiettivo è creare due zone di percorso pedonale sicure, un arredo con vasi e sedili ed una delimitazione della sede stradale che impedisca il parcheggio selvaggio.

Fra le notizie più importanti della settimana vi è sicuramente quella relativa  ai quasi 4 milioni di euro di finanziamento, proveniente dalla Regione Sicilia, che la città di Paternò potrà utilizzare per l’ammodernamento ed il rifacimento di tratti della rete idrica nel centro abitato, ed in particolare nei quartieri di San Biagio, Villetta e Scala Vecchia.

Il finanziamento proveniente dalla Regione rappresenterà una boccata d’ossigeno per le casse comunali, che come dimostrano i dati relativi al bilancio consuntivo per il 2013, resi noti nei giorni scorsi, soffrono a causa della politica di spending review e federalismo fiscale adottata dallo Stato centrale negli ultimi anni.

Altra buona notizia riguarda via Vittorio Emanuele, dove martedì cominceranno i lavori di restyling tanto attesi soprattutto dai commercianti e dai residenti della zona. Gli interventi mireranno a restituire ordine e decoro all’arteria viaria, delimitando lo spazio dedicato alla sosta delle auto ed introducendo elementi di arredo urbano.

vito SantangeloInfine, un pensiero va a Vito Santangelo, uno degli ultimi eredi della tradizione dei cantastorie, scomparso il 15 maggio scorso all’età di 76 anni. La città lo ha ricordato ed omaggiato nel corso di un evento tenutosi alla Casa Museo del Cantastorie, a cui ha preso parte anche il sindaco di Paternò, Mauro Mangano.

 

Queste ed altre notizie nella consueta rassegna stampa della settimana.

Buona lettura!

Ritorna il consueto appuntamento con la rassegna stampa settimanale, dopo la breve interruzione dovuta al ponte del 1° maggio.

Ripercorrendo gli ultimi sette giorni, fra gli eventi più importanti vi è sicuramente l’inaugurazione della piazza principale del borgo di Sferro, frazione della città di Paternò, i cui lavori di riqualificazione sono stati ultimati. La piazza e l’area circostante sono stati oggetto di un’importante azione di restyling, ad opera del Comune, con l’obiettivo di recuperare e tutelare l’insediamento rurale, che nacque negli anni del fascismo.

Salinelle PaternoDa Sferro ci spostiamo sul fiume Simeto, per parlare di turismo e sviluppo sostenibile. A tal proposito, proprio in questi giorni, una rete composta da Enti locali (cinque in tutto: si tratta di Adrano, Biancavilla, Centuripe, Motta Sant’Anastasia e Paternò), associazioni di volontariato e dall’Università di Catania (ente capofila), sta partecipando ad un bando, indetto dalla Regione Sicilia, per finanziare la promozione di pacchetti turistici che individuano percorsi  naturalistici.

Continuiamo a parlare di ambiente e natura, occupandoci delle Salinelle di Paternò. La Giunta comunale ha deliberato un impegno di spesa pari a 20 mila euro per l’acquisto e l’installazione di telecamere di videosorveglianza nell’area.

Continua così la battaglia dell’Amministrazione comunale per la salvaguardia dell’area dei vulcanetti di fango, interessata purtroppo dall’abbandono indiscriminato dei rifiuti, che è cominciata, nelle scorse settimane, con la chiusura delle arterie viarie maggiormente colpite da questa piaga. Le videocamere consentiranno di individuare e punire i trasgressori che si ostinano a gettare rifiuti nell’area del sito naturalistico.

Queste ed altre notizie nella consueta rassegna stampa settimanale.

Fra i protagonisti di questa settimana gli scout del gruppo Paternò 3, che in risposta all’atto vandalico compiuto poco più di un mese fa ai danni di uno dei container di piazza Don Pino Puglisi, hanno organizzato, sabato pomeriggio, una giornata per dire no ad ogni forma di sopruso. Una vera festa che ha visto la partecipazione anche delle istituzioni, con in testa il sindaco, Mauro Mangano e il presidente del Consiglio, Laura Bottino. E proprio l’Amministrazione comunale si è impegnata ad esprimere concretamente la propria solidarietà ai ragazzi del gruppo scout, mettendo a loro disposizione  alcuni dei locali di Casa Coniglio, che fungeranno da nuova sede per il Paternò 3.

Salinelle PaternoRiflettori puntati, questa settimana, anche sulle Salinelle. Si è tenuta infatti, nella tarda mattinata di martedì, a Palazzo Alessi, un’importante conferenza stampa, promossa dal Comune di Paternò, per illustrare l’iter che potrebbe portare l’area dei vulcanetti di fango ad entrare a far parte del catalogo regionale dei geositi, ovvero i luoghi di interesse geologico riconosciuti e tutelati dalla Regione Sicilia, che li ha istituiti con apposito decreto nel giugno del 2012.

A prendere parte all’incontro tre studiosi che da tempo si interessano al fenomeno dei vulcanetti di fango. Si tratta del ricercatore dell’INGV Salvatore Giammanco, del professor Giuseppe Mandrone, della Facoltà di Scienze Geologiche dell’Ateneo di Torino e di Serafina Carbone, professore associato di Geologia Strutturale presso l’Università degli Studi di Catania e membro della commissione tecnico scientifica dei geositi per la Regione Sicilia.

Infine, l’Amministrazione comunale, con in testa il sindaco, Mauro Mangano, e l’assessore allo Sport, Alessandro Cavallaro, ha fatto il possibile per far sì che l’importante incontro calcistico di domenica fra Comprensorio Normanno e Sicula Leonzio potesse disputarsi a porte aperte. Sabato mattina, il confronto con la Prefettura di Catania, per tentare di trovare una soluzione. Dal colloquio fra le parti è però emerso che non sussistevano le condizioni per revocare il decreto emanato nei giorni precedenti dalla Prefettura, il quale ha stabilito che il match si sarebbe dovuto giocare a porte chiuse per motivi di ordine pubblico.

L'Amministrazione comunale si è dunque attivata immediatamente per consentire a tutti i tifosi di assistere all'incontro in diretta televisiva.

Queste ed altre notizie nella consueta rassegna stampa settimanale.

di John Berger

Il tema non è originale: il tempo passa, e trasforma ogni cosa. Il romanzo di Jennifer Egan si concentra solo su questo, sulla consapevolezza che il tempo passa, che ciò che oggi esiste contiene la sua fine o la sua trasformazione, e ciò che accadrà tra vent'anni è già scritto in ciò che viviamo. Ma il pregio del libro è nel concentrarsi in modo ossessivo su questa coscienza, non fermarsi a constatare che il tempo scorre, ma ricordarci ossessivamente che oggi più che mai la contemporaneità tra presente, futuro e passato ci serve, come parametro delle nostre azioni, per capirle, misurarle. Perché oggi di più la dimensione del tempo rischia di sfuggirci, e la Egan lo mostra con i linguaggi del libro, dalla brevità degli sms alla densità analogica delle slide. Che il tempo sia un bastardo poi è una conclusione affrettata, che vale solo se pensiamo che il presente sia meglio del futuro, e che il trascorrere del tempo sia di per sé una sciagura. Non è così, il tempo può essere un bastardo o un amico, qua il romanzo è debole, perché tutti i protagonisti invecchiano peggiorando, diventano rottami, grotteschi replicanti dei giovani rampanti che furono, i tatuaggi si afflosciano sui muscoli cadenti. La vita è un'altra cosa. Ma questo romanzo, pure con qualche capitolo di troppo, ha il merito di dimostrare che esiste ancora la letteratura, cioè quella splendida invenzione dell'uomo grazie alla quale esprimiamo pensieri, dubbi, emozioni, usando le parole e trasformandole in storie..

27 Apr 2014

Speranza

Ieri sera i tantissimi ragazzi presenti alla manifestazione del gruppo Agesci Paternò 3° hanno trasmesso un grande messaggio di speranza a tutta la città. Un messaggio di queli concreti, diciamo una prova pratica di speranza. Decidere di collocare la propria sede in una piazza è già una scelta di coraggio, perchè significa rinunciare alle comodità che puoi avere dentro le mura di un salone parrocchiale, o di un qualunque altro edificio, tranquillo, tutto tuo. 


Invece stare in piazza significa essere sempre in mezzo al territorio, e da quella postazione già i ragazzi del Paternò 3° hanno avanzato proposte e richieste alla nostra amministrazione, proprio perchè da "dentro" la città si sente e interpreta meglio ogni bisogno. 

Mauro Mangano Sindaco

Newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register
Terms and Condition

Compila il form d'iscrizione alla newsletter. Tutti i campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori. Inserisci un indirizzo e-mail valido. Riceverai un messaggio di conferma iscrizione alla newsletter.


Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.