Termovalorizzatore, come coprire le proprie responsabilità.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ecco arrivata la soluzione al problema rifiuti: la Sicilia riapre il bando per la costruzione dei termovalorizzatori voluti da Cuffaro. Una soluzione ridicola, che serve a coprire le vere responsabilità di chi ha creato questo problema, e non ha il coraggio elementare di ammetterlo. Il nostro problema è interamente dovuto alle difficoltà finanziarie di alcuni a.t.o. (e non tutti).

Queste difficoltà sono dovute alla cattiva gestione, e sono sempre causate anche dalla mancanza di un sistema di differenziazione dei rifiuti che fà crescere a dismisura i costi di conferimento in discarica. Il termovalorizzatore non risolverà i problemi economici, perchè comunque prima bisognerà fare una vera differenziazione, senza i quali sarà inutilizzabile.

A queste elementari considerazione si aggiunge il comportamento esemplare del giornale La sicilia, che ha dedicato ieri pagine intere alla crisi rifiuti, e così ha preparato il terreno alla decisione del governo, e la notizia che il già noto Mario Chiesa, il padre di tangentopoli, è indagato per traffico illegale di rifiuti. Non c'entra niente, chiaro.

Altro in questa categoria: « Non è normale Mafia »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Mauro Mangano Sindaco

Newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register
Terms and Condition

Compila il form d'iscrizione alla newsletter. Tutti i campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori. Inserisci un indirizzo e-mail valido. Riceverai un messaggio di conferma iscrizione alla newsletter.


Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.