Rassegna stampa | 17 al 24 Novembre

Vota questo articolo
(0 Voti)
Rassegna stampa | 17 al 24 Novembre

La notizia della settimana è sicuramente la riapertura del Castello Normanno, a partire dal 20 novembre il dongione è infatti visitabile tutti i giorni, a esclusione del lunedì. A suggellare questo importante avvenimento è stata la Rievocazione Medioevale in Musica che si è tenuta,  a cura domenica 23 novembre, proprio all’interno della torre, che domina la collina storica paternese. L’evento fa parte del cartellone della VII Settimana della Musica, e verrà replicato domenica 30, a partire dalle ore 10.30.

Le altre notizie della settimana, in breve:

  • Conferenza stampa del sindaco, che ha commentato gli emendamenti presentati dai consiglieri di maggioranza, illustrato le proposte per la città e la situazione fiscale dell’Ente.
  • Progetto Evergreen, al via al Palazzetto dello Sport di Paternò l’iniziativa per promuovere l’attività motoria fra gli over 50.

Queste ed altre notizie nella consueta rassegna stampa della settimana…

Buona lettura!!!

 21 novembre

Paternò. Al via, da domani, la VII Settimana della Musica, con il patrocinio del Comune.

Fra gli eventi in cartellone, la rievocazione storica medievale al Castello Normanno, domenica 23.

settimana della musicaTutto pronto, a Paternò, per la Settimana della Musica, che avrà luogo dal 22 al 30 novembre prossimi. L’iniziativa, giunta alla sua settima edizione, è organizzata dall’Associazione Musicale Culturale Coro Polifonico Sturm und Drang e Orchestra da Camera l’Estro Armonico, con il patrocinio del Comune di Paternò, Assessorato alla Cultura. La presentazione è avvenuta nel corso di una conferenza stampa, tenutasi presso i nuovi uffici comunali di Piazza della Regione; a illustrare il ricco calendario dell’evento c’erano il maestro Salvatore Coniglio, direttore artistico e i signori Vincenzo Laudani e Sara Terranova, fra i componenti dell’associazione promotrice; con loro anche il sindaco di Paternò, Mauro Mangano e l’assessore al Turismo, Alessandro Cavallaro.

«L’Amministrazione è contenta di sostenere questa longeva iniziativa – ha affermato il sindaco Mangano –, che dimostra l’esistenza, nella nostra città, di una grande vitalità artistica e culturale, che ci permette di valorizzare alcuni luoghi importanti del nostro centro storico, che ospiteranno eventi culturali di elevato livello».

Fra di essi vi è sicuramente il Castello Normanno, simbolo della città, tornato a vivere a tre anni dalla chiusura, grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale. Sarà il dongione a ospitare infatti, domenica 23 novembre, a partire dalle 10.30, uno degli eventi previsti in cartellone, ovvero la Rievocazione Medievale in Musica.

«L’appuntamento di domenica diventerà occasione per celebrare, insieme ai paternesi, la riapertura del nostro Castello – ha sottolineato l’assessore al Turismo, Alessandro Cavallaro -, un bene che abbiamo finalmente restituito alla città, per essere di nuovo incluso nei percorsi turistici e culturali del territorio».

Il debutto per la Settimana della Musica avverrà domani sera, 22 novembre, alle ore 20.00, presso il Piccolo Teatro di via Monastero, con il concerto lirico “Una voce poco fa…”, con i soprano Graziella Reina e Angela Curiale, il tenore Giuseppe Distefano e il pianista Salvatore Coniglio.

«Anche quest’anno la Settimana della Musica sarà caratterizzata da spettacoli dal vivo di diversa natura, dalla lirica, all’operetta, alla polifonia – ha dichiarato il Maestro Salvatore Coniglio, direttore artistico -. Grande attenzione, come di consueto, verrà data alle nuove generazioni, con le “lezioni-concerto” dedicate alle scuole e il concorso di disegno “Illustra la Musica”, rivolto agli studenti».


Paternò. Mattinata all’insegna dell’ecologia per i bambini delle scuole.

Alle Salinelle celebrata la Festa dell’Albero; mentre all’isola ecologica di Contrada Tre Fontane gli studenti della G.B. Nicolosi hanno appreso come si riciclano i rifiuti.

festa dell alberoUna mattinata nel segno dell’ecologia per i bambini delle scuole paternesi, che stamani hanno celebrato la Festa dell’Albero, che quest’anno si è tenuta presso l’area naturale delle Salinelle. L’iniziativa è stata organizzata dal Comune di Paternò, in collaborazione con le scuole dell’obbligo e il Corpo Forestale, e insieme alle associazioni Anpas, Misericordia, Pro Loco, Vivisimeto e Italia Nostra, con l’obiettivo di sensibilizzare i più giovani al rispetto della natura e alla cura delle aree verdi.

festa dell albero 1

Decine di studenti, provenienti dalle scuole dell’obbligo cittadine, si sono riuniti presso l’Ex Macello, da dove è partito un interessante percorso didattico, grazie al quale i bambini hanno potuto visitare il Museo della Civiltà Contadina, la Fonte Maimonide, e infine, a chiudere il tour, l’area geologica delle Salinelle. E proprio vicino ai vulcanetti di fango si è celebrata la Festa vera e propria, con gli studenti che hanno messo a dimora un centinaio di piante, tutte appartenenti a specie autoctone, con l’aiuto degli operai del Corpo Forestale. Ad accompagnare i bambini, nel corso della mattinata, erano presenti anche il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, l’assessore al Verde pubblico, Agostino Borzì e il Consigliere Comunale, Giovanni Parisi.

«Grazie a questa manifestazione i bambini hanno potuto visitare, alcuni di loro per la prima volta, una delle aree naturalistiche più importanti del nostro territorio – afferma l’assessore Agostino Borzì -, e hanno avuto la possibilità di cimentarsi in prima persona nella cura del verde. Le piante ci sono state fornite dal Corpo Forestale, partner dell’iniziativa, in occasione della Festa, che prende le mosse da una legge nazionale che impone ai Comuni di piantare, ogni anno, un numero di alberi almeno pari a quello dei nuovi nati».

«La scelta delle Salinelle come luogo per celebrare la Festa dell’Albero non è casuale – ha evidenziato il sindaco di Paternò, Mauro Mangano  -, abbiamo voluto che i nostri ragazzi imparassero a conoscere questo importante sito naturalistico, che fino a poco fa era invaso dai rifiuti e che invece adesso, grazie all’impegno profuso da questa Amministrazione, è ritornato ad essere un posto dove le famiglie e i bambini possono trascorrere del tempo a contatto con la natura».

visita all isola ecologicaE mentre alle Salinelle si celebrava la Festa dell’Albero, le classi IV e V dell’Istituto Comprensivo “G.B. Nicolosi” hanno effettuato un tour guidato dell’Isola Ecologica di Contrada Tre Fontane, nell’ambito della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, accompagnati dai docenti, dalla Ditta Dusty, che gestisce l’impianto, e dal sindaco, Mauro Mangano. L’iniziativa è stata organizzata, in collaborazione con il Comune paternese e la Ditta Dusty, dalle associazioni ANPAS-Paternò, WWF Catania, Rifiuti Zero Sicilia, Comitato spontaneo Mamma in Comune, ASSE Sicilia, UPA Paternò, FIPSAS Paternò, Dart Club Masters Paternò, Ass.Sportiva Taekwondo Paternò, AGESCI Paternò, Strata Nova Paternò.


24 novembre

Progetto Evergreen, al via oggi al Palazzetto dello Sport di Paternò l’iniziativa per promuovere l’attività motoria fra gli over 50.

grassi cavallaro mangano rosano scavoOggi il via ufficiale, al Palazzetto dello Sport di Paternò, per il progetto Evergreen, l’iniziativa del Coni Catania per promuovere l’attività motoria fra gli over 50. Paternò, insieme ai comuni di San Giovanni La Punta e Nicolosi, è partner del progetto, che è partito questa mattina nell’impianto sportivo comunale, attraverso la collaborazione dell’Associazione Città Viva.  Grande l’entusiasmo dei partecipanti, donne d’età superiore ai 50 anni che potranno frequentare, da oggi, corsi di ginnastica gratuiti, che verranno tenuti, ogni lunedì e venerdì, dall’istruttrice del Coni, Maria Anna Rosano. Stamani, dunque, la lezione inaugurale, che è stata preceduta dalla presentazione del progetto, alla quale erano presenti il presidente di Città Viva, Grazia Scavo, il sindaco, Mauro Mangano, l’assessore allo Sport, Alessandro Cavallaro e il rappresentante del Coni Catania, Luigi Grassi.

«Ringrazio l’assessore Cavallaro per essere riuscito a portare a Paternò il progetto Evergreen – ha detto il presidente di Città Viva, Grazia Scavo -, con l’aiuto della nostra associazione che ha fornito una naturale utenza. Il progetto consiste in lezioni di ginnastica basate su esercizi di riabilitazione motoria e di prevenzione degli infortuni, che aiutano non soltanto il corpo, ma anche la mente, a stare bene, favorendo nel contempo l’aggregazione».

«Il progetto Evergreen è per noi una piccola grande soddisfazione – ha commentato l’assessore allo Sport, Alessandro Cavallaro -, un regalo che doniamo alla comunità, per promuovere la salute fisica e mentale, ma anche lo stare insieme con gioia ed entusiasmo. Ringrazio ancora una volta il Coni Catania per la bella iniziativa e il presidente di Città Viva, Grazia Scavo, per la preziosa collaborazione nel metterla in atto».


Paternò, oggi la conferenza stampa per discutere del bilancio comunale.

Il sindaco ha commentato gli emendamenti presentati dai consiglieri di maggioranza, illustrato le proposte per la città e la situazione fiscale dell’Ente.

conferenza stampa bilancioSi è tenuta questa mattina, a Palazzo Alessi, la conferenza stampa indetta dal sindaco di Paternò, Mauro Mangano, per discutere dei temi relativi al bilancio di prossima approvazione. Un incontro fortemente voluto dal primo cittadino, dopo le aspre polemiche delle ultime settimane, per fare il punto sulla situazione fiscale dell’Ente, facendo parlare i numeri, e sugli emendamenti allo strumento finanziario presentati dai gruppi consiliari di maggioranza. Alla conferenza, oltre al sindaco, erano presenti gli assessori Agostino Borzì e Alessandro Cavallaro, nonché i consiglieri comunali Salvatore Milicia e Salvatore Comis.

«In questi giorni si è parlato tanto di bilancio – ha affermato il primo cittadino –, ma ogni discussione è stata per lo più improntata sulla polemica, mentre sono stati lasciati da parte i veri problemi della città, tanto che l’unico emendamento presentato dai consiglieri che si autodefiniscono “alternativi al sindaco”, i quali avevano anche parlato di tagli alle spese del Comune, riguarda esclusivamente lo spostamento di somme del bilancio, relative al gettito Imu, da un capitolo all’altro del documento. I problemi reali della città, invece, che interessano ai cittadini molto più di sterili diatribe, sono stati lasciati da parte. Noi invece, partendo da somme realmente in possesso del Comune, vogliamo impiegarle per risolvere alcune questioni annose, per le quali la città chiede e merita delle risposte».

Le somme in questione, pari a circa 380 mila euro, provenienti da contributi regionali, sono oggetto del maxiemendamento presentato dalla maggioranza, che propone di impiegare tale cifra per alcuni interventi necessari e urgenti, nell’ambito dei servizi sociali (fondo per i lavori occasionali accessori e sussidi per le famiglie indigenti), della manutenzione delle strade, degli edifici comunali e dei parchi pubblici. Alcune somme, invece, sono già state impiegate per dare una soluzione ad alcune questione da tempo aperte, come le transazioni con i doposcuolisti e gli arretrati riguardanti le bollette dell’energia elettrica che il Comune doveva ancora saldare. «Sono questi i temi sui quali vogliamo confrontarci – ha aggiunto il primo cittadino -, aprendoci al dialogo anche con quelle forze di opposizione disponibili a condividerli. A tal proposito accogliamo con piacere le proposte costruttive che ci sono pervenute da un gruppo di consiglieri di minoranza, idee concrete che ci ripromettiamo di mettere in pratica nel più breve tempo possibile».

conferenza stampa bilancio 1Nel corso della conferenza stampa, il sindaco si è soffermato a spiegare la situazione dell’Ente a livello fiscale, chiarendo alcuni punti relativi all’Irpef, la tassa sul reddito. «Si è parlato di Irpef quasi come di un’imposta che avrebbe gravato in maniera esponenziale sulle tasche dei paternesi, mettendo ancora di più a dura prova i bilanci familiari – ha spiegato Mangano -, quando invece la verità è che coloro che hanno un reddito inferiore a 10.000 euro, le fasce più deboli in assoluto e molti pensionati, non pagheranno nulla, mentre coloro che hanno redditi medi, per esempio una famiglia che percepisce uno stipendio mensile di circa 1400 euro, ne pagherà solamente 80 in più all’anno. Tutto questo per un’imposta necessaria per mettere a posto le finanze del Comune, che è stata aumentata in moltissimi altri centri d’Italia, per far fronte alla sensibile diminuzione dei trasferimenti provenienti dallo Stato e dalla Regione – ha concluso il sindaco».

Devi effettuare il login per inviare commenti

Mauro Mangano Sindaco

Newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register
Terms and Condition

Compila il form d'iscrizione alla newsletter. Tutti i campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori. Inserisci un indirizzo e-mail valido. Riceverai un messaggio di conferma iscrizione alla newsletter.


Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.