Rassegna stampa | 27 Ottobre al 2 Novembre

Vota questo articolo
(0 Voti)
Rassegna stampa | 27 Ottobre al 2 Novembre

Traffico sotto controllo grazie alla presenza dei Vigili Urbani e delle navette del Comune che hanno fatto la spola dalle periferie al cimitero monumentale. Così il giorno di Tutti i Santi e quello dedicato alla Commemorazione dei defunti sono trascorsi con serenità per i molti paternesi che si sono recati nei due cimiteri cittadini, per onorare la memoria dei propri cari estinti. La due giorni dedicata, per tradizione, al ricordo dei defunti, è stata preceduta da diverseattività svolte dall’Amministrazione comunale per garantire ordine, decoro e sicurezza, sia nel cimitero sito sulla collina storica, che in quello di via Balatelle. Quest’ultimo ha visto un intervento straordinario da parte del Comune, volto a contrastare il fenomeno del randagismo, molto radicato nella zona. Una decina di cani, fra i quali alcuni cuccioli, che avevano fatto del luogo sacro e dei suoi dintorni la propria “casa”, con il contributo degli agenti della Polizia Municipale, coordinati dall’ispettore Francesco Rapisarda, sono stati presi in custodia da personale del canile convenzionato con l’Ente. I randagi, molti dei quali in condizioni igieniche precarie, sono stati trasportati nella struttura dove, così come previsto dalla legge, verranno sterilizzati e sottoposti a microchippatura.

Le altre news, in breve:

  • Paternò. Da lunedì sarà possibile acquistare i ticket per i campi da tennis presso gli uffici comunali. Rimane anche la possibilità di effettuare il bonifico.
  • Verde pubblico. Da alcuni giorni il Comune ha predisposto un’attività di monitoraggio degli alberi ad alto fusto presenti sul territorio cittadino.

Queste ed altre notizie, nella consueta rassegna stampa della settimana…

Buona lettura!!!

 27 ottobre

Randagismo, intervento straordinario del Comune nella zona del cimitero nuovo.

Una decina di esemplari sono stati presi in custodia, verranno sterilizzati e affidati alle associazioni di volontariato. Dall’inizio del 2014 a oggi ben 98 randagi hanno trovato un padrone.

randagi cimiteroIntervento straordinario del Comune al cimitero nuovo di Paternò, per contrastare il fenomeno del randagismo, molto radicato nella zona. Una decina di cani, fra i quali alcuni cuccioli, che avevano fatto del luogo sacro e dei suoi dintorni la propria “casa”, con il contributo degli agenti della Polizia Municipale, coordinati dall’ispettore Francesco Rapisarda, sono stati presi in custodia da personale del canile convenzionato con l’Ente. I randagi, molti dei quali in condizioni igieniche precarie, sono stati trasportati nella struttura dove, così come previsto dalla legge, verranno sterilizzati e sottoposti a microchippatura.

I cani non resteranno all’interno del canile, infatti, come stabilisce la normativa, una volta sottoposti ai trattamenti verranno reimmessi nel territorio cittadino, anche se non nelle stesse aree in cui sono stati prelevati, per evitare il riformarsi di branchi. In questa fase, fondamentale sarà la collaborazione fra il Comune e le associazioni di volontariato presenti, al fine di trovare delle famiglie disponibili ad adottarli. Una collaborazione che ha dato buoni frutti: dai dati in possesso dell'Ufficio Randagismo, guidato dall’Ispettore Rapisarda, si rileva che nel corso dell'anno 2014 sono state attivate 185 pratiche relative a randagi presenti sul territorio, che sono accuditi dalle associazioni di volontariato; di questi, ad oggi, 98 sono già stati adottati definitivamente da privati e per 10 sono in corso di definizione le pratiche di adozione.

L’intervento al cimitero di via Balatelle è scattato per via dell’aumento esponenziale di cani randagi nell’area, che crea problemi igienico-sanitari, ma anche di ordine pubblico, soprattutto in vista dell’avvicinarsi della festività in onore dei Defunti. Stamani, è stato effettuato un nuovo sopralluogo da parte degli agenti della Polizia Municipale, durante il quale è stata verificata la presenza di altri quattro esemplari, sfuggiti al primo intervento. Nei prossimi giorni, si provvederà a recuperarli e si procederà alla disinfestazione nella zona. Interventi simili sono previsti anche nella vicina via Palmanova.

«Si è trattato di un’azione necessaria, che abbiamo effettuato per assicurare la salute degli stessi animali, nonché il decoro, la pulizia e la sicurezza del luogo sacro, anche a seguito delle numerose richieste pervenuteci dai cittadini – commenta il sindaco di Paternò, Mauro Mangano». Diverse, infatti, sono state le segnalazioni di tombe sporcate o messe a soqquadro dagli animali. «Alcuni volontari si sono opposti all’intervento – aggiunge il sindaco –, ma siamo sicuri che sia meglio agire secondo la legge, piuttosto che lasciare che la situazione rimanga com’è. Il rischio, come già avvenuto in passato, è che qualcuno decida di ricorrere al fai da te, con gesti che, oltre ad essere barbari e deplorevoli, non risolvono di certo il problema del randagismo». Già nel mese di settembre gli agenti della Municipale avevano effettuato un primo sopralluogo nell’area, a seguito del quale l’intervento è stato rimandato. Troppi, infatti, fra i randagi, i cuccioli appena nati, che se separati dalla madre avrebbero avuto poche possibilità di sopravvivere. Si è così deciso di attendere che la fase di allattamento terminasse, prima di prelevarli, per assicurare l’incolumità dei piccoli esemplari.


29 ottobre

Paternò. Da lunedì sarà possibile acquistare i ticket per i campi da tennis presso gli uffici comunali. Rimane anche la possibilità di effettuare il bonifico.

campi tennisUna notizia che interessa tutti gli appassionati della racchetta. Da lunedì 3 novembre, per utilizzare i campi da tennis comunali di via Acque Grasse, oltre ad effettuare il bonifico alla tesoreria dell’Ente, sarà anche possibile acquistare i ticket direttamente presso il palazzo municipale di zona Ardizzone. L’Amministrazione intende così agevolare l’utilizzo degli impianti comunali, soprattutto a beneficio dei più giovani, che potrebbero incontrare delle difficoltà ad effettuare il bonifico bancario, ogni qual volta decidano di fare una partita.

Sarà possibile acquistare i biglietti presso l’ufficio dell’economo, al sesto piano del Palazzo Comunale di zona Ardizzone, il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 9,00 alle ore 11,00 e il martedì dalle 15.30 alle 18.00. Saranno disponibili nove tipi di ticket con diverse tariffe – per il doppio, singolare, torneo – e con agevolazioni per gli under 16 (tariffa di 1 euro all’ora) e gli under 18 (1 euro e 50 centesimi l’ora). Sarà altresì possibile acquistare ticket validi per mezzora di gioco. Un avviso con orari, tariffe e informazioni per l’acquisto dei coupon sarà affisso presso i campetti comunali.

«Introducendo questo nuovo servizio abbiamo pensato soprattutto ai più giovani – sottolinea l’assessore allo Sport del Comune di Paternò, Alessandro Cavallaro -, per i quali effettuare un bonifico ogni qual volta volevano giocare poteva risultare difficile. Inoltre, proprio a vantaggio dei minori di 16 e 18 anni abbiamo deciso di mantenere le tariffe veramente basse, per dare a tutti la possibilità di usufruire dell’impianto comunale».  «Oltre a venire incontro alle esigenze dell’utenza – afferma il sindaco, Mauro Mangano – puntiamo anche ad assicurare maggiori entrate, per l’Ente, dall’utilizzo degli impianti sportivi comunali, che può avvenire solo mediante il pagamento anticipato, seppur con tariffe basse e alla portata di tutti».


Per la Commemorazione dei defunti il Comune di Paternò metterà a disposizione un servizio navetta per il cimitero monumentale. Partirà da piazza Don Pino Puglisi e dal parcheggio della piscina.

In occasione della festività di Tutti i Santi e della Commemorazione dei Defunti, il Comune di Paternò metterà a disposizione dei cittadini un servizio navetta gratuito per raggiungere il cimitero monumentale, sulla collina storica. Due pullman, guidati da personale del Comune, partiranno da piazza Don Pino Puglisi e dal parcheggio antistante alla piscina comunale, in corso Italia, e faranno la spola verso il luogo sacro, dalle 8 del mattino fino alle ore 18.00, nei giorni dell’1 e 2 novembre.

Quest’anno sarà anche possibile raggiungere il cimitero monumentale con la propria auto, e per evitare congestionamenti del traffico verrà rafforzato il servizio d’ordine, da parte della Polizia Municipale e delle associazioni di volontariato.

«Abbiamo deciso di assicurare la presenza delle navette, a beneficio di quanti hanno difficoltà a raggiungere il cimitero, in modo particolare gli anziani che vivono nelle periferie – afferma il vicesindaco di Paternò, Carmelo Palumbo –. Il servizio verrà svolto con mezzi e personale del Comune, garantendo, nel contempo, un significativo risparmio per l’Ente, che fino all’anno scorso si rivolgeva ad imprese esterne».


30 ottobre

Verde pubblico. Da alcuni giorni il Comune ha predisposto un’attività di monitoraggio degli alberi ad alto fusto presenti sul territorio cittadino.

palazzo comunaleLa salute degli alberi ad alto fusto presenti sul territorio cittadino è, in questi giorni, all’attenzione dell’Amministrazione comunale paternese, che affiderà ad esperti esterni il monitoraggio di alcune piante di grandi dimensioni, al fine di verificarne la stabilità strutturale. Ad essere esaminati, come predisposto dall’Ufficio Verde Pubblico, saranno in particolare alcune palme presenti nella Villa Moncada, insieme ai pini monumentali che sorgono all’interno dello stesso giardino comunale e in via Vittorio Emanuele, di fronte all’albergo Sicilia. Verranno inoltre monitorati i cipressi che si trovano in via delle Arti e dei Mestieri, in zona Ardizzone, e all’interno del cimitero monumentale e alcune palme ancora nel quartiere Ardizzone.

I responsabili dell’Ufficio Verde Pubblico del Comune di Paternò, la scorsa settimana, hanno già effettuato una prima, dettagliata, attività di monitoraggio delle piante ad alto fusto presenti sul territorio cittadino, e redatto una relazione tecnica sugli alberi da sottoporre ad ulteriori analisi. Lo scorso 28 Ottobre, gli stessi uffici hanno predisposto un’ordinanza di chiusura della Villa Moncada, al fine di consentire l’effettuazione delle suddette attività di verifica. Avendo però constatato che occorrevano dei tempi tecnici prima di poter dare l’incarico e avviare i lavori, lo stesso giorno, insieme all’assessore al Verde, Agostino Borzì, è stato effettuato un ulteriore sopralluogo del giardino comunale, che ha permesso di verificare l’assenza di pericoli imminenti per la pubblica sicurezza. Si è dunque deciso di revocare l’ordinanza di chiusura nella stessa giornata del 28 ottobre - per evitare disservizi alla cittadinanza e garantire la fruizione delle aree a verde - e di attivare immediatamente le procedure per l’affidamento dell’incarico.

«L’eventuale chiusura della villa sarà predisposta soltanto quando i tecnici che dovranno effettuare i lavori forniranno agli Uffici il cronoprogramma degli interventi – afferma l’assessore al Verde, Agostino Borzì –. L’attenzione sugli alberi presenti nel territorio, da parte nostra, è costante e non si limita esclusivamente alle palme, che pure sono state monitorate e, laddove necessario, abbattute, come avvenuto per quelle storiche di via Vittorio Emanuele. Abbiamo predisposto un controllo di tutti gli alberi ad alto fusto presenti sul territorio – continua l’assessore –, affidandoci ad esperti esterni, poiché i nostri uffici non possiedono la strumentazione necessaria a verificare l’esistenza di alcune patologie non visibili a occhio nudo».

«La nostra attenzione su questioni importanti come la sicurezza dei cittadini è continua – aggiunge il sindaco di Paternò, Mauro Mangano -  e non conseguente agli allarmi scatenati dai fatti di cronaca avvenuti negli ultimi giorni».


31 ottobre

Paternò. Operatrici igienico-personale. Reintegrate al servizio le lavoratrici rimaste a casa.

La decisione al termine dell’incontro in Prefettura di stamani.

Assessore Salvatore GalataEsito positivo per l’incontro convocato questa mattina dalla Prefettura di Catania, con l’obiettivo di dirimere la questione legata alle operatrici dell’assistenza igienico-personale, riservata agli studenti portatori di handicap, rimaste escluse dall’appalto originario.

Le lavoratrici potranno essere reintegrate dalla Società Cooperativa “Progetto Vita” - anche se con un numero inferiore di ore - senza che ciò comporti alcun aggravio di spesa per il Comune e alcun cambiamento nel monte ore svolto dalle altre dipendenti attualmente in servizio.

Nelle scorse settimane, visto anche l’aumento del numero dei bambini diversamente abili che frequentano le scuole paternesi, la stessa cooperativa aveva chiesto l’autorizzazione ad impiegare più unità operative, senza costi aggiuntivi per l’Ente.

Oggi, dunque, si è giunti finalmente alla soluzione del problema, che si trascinava da diversi mesi, nel corso dell’incontro convocato dalla Prefettura, e svoltosi alla presenza del Vice Prefetto Aggiunto, dott.ssa Antonina Latino. Erano presenti, per il Comune di Paternò, il sindaco, Mauro Mangano, l’assessore alla Dignità della persona e Infanzia, Salvatore Galatà, il dirigente del II Settore, dott.ssa Cettina Patronaggio e la dott.ssa Concetta Conti, responsabile del procedimento amministrativo. Presenti i rappresentanti sindacali della Cgil e Uil provinciale, la coordinatrice della Società Cooperativa Progetto Vita, dott.ssa Piera Pasqualetto, e alcune operatrici.

«Siamo felici che la vertenza si sia conclusa in modo positivo per le operatrici che erano rimaste senza lavoro – afferma il sindaco di Paternò, Mauro Mangano -, grazie anche alla collaborazione della ditta e dei sindacati. La questione che ci sta più a cuore, tuttavia – continua Mangano - è stata da sempre quella legata alla qualità del servizio per i bambini diversamente abili, servizio che oggi molti Comuni non possono più garantire. Paternò, invece, è riuscita ad assicurarlo anche quest’anno, aggiungendo anche delle figure specializzate nella comunicazione con i bimbi autistici».

«Come Amministrazione abbiamo, sin dall’inizio, inquadrato l’intera vicenda nell’ottica di migliorare la qualità del servizio che offriamo a questi bambini – afferma l’assessore alla Dignità della Persona e infanzia, Salvatore Galatà -, se poi questo ha avuto anche una ripercussione positiva sotto l’aspetto occupazionale delle operatrici, non possiamo che esserne contenti, visto il periodo di profondo disagio che incide su numerose famiglie».

Devi effettuare il login per inviare commenti

Mauro Mangano Sindaco

Newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register
Terms and Condition

Compila il form d'iscrizione alla newsletter. Tutti i campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori. Inserisci un indirizzo e-mail valido. Riceverai un messaggio di conferma iscrizione alla newsletter.


Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.