Stringere mani

Vota questo articolo
(0 Voti)

Incontri centinaia di persone, visi già noti e visi nuovi. Se hai un pò di pazienza ascolti le storie delle mille difficoltà, e aspirazioni, e delusioni, e rabbie. E poi ti dici: "non devo dimenticarle". Questo e non altro è ciò che fa un popolo, che le rabbie e le aspirazioni e le delusioni siano condivise. E poi stringi le mani, quelle insaponate dell'elettrauto, quelle rosse di bucati e detersivi della signora che stava cucinando, quelle ruvide e secche di quel signore che ha tanto sole addosso quanto dentro. E se ce la fai, non devi dimenticartele, queste mani.

Commenti (vecchio sito):

non dimenticare...  Da faberfox a 14/06/2008 1.31
Il cruccio di chi fa dellla politica la propria passione è quello di non dimenticare, di fare propri i problemi della gente, di quelli che ti fermano per strada e ti chiedono di andare avanti, di lottare anche per loro... Di contro la preoccupazione di chi fa politica per assicurarsi il futuro, perchè non saprebbe fare altro nella vita o, peggio, per tutelare i propri interessi, è quella di dimenicare in fretta, per non avere troppi scrupoli di coscienza, quando, incontrando qualcuno a cui ha stretto la mano, farà finta di non ricordare... Per quello che può valere io sono decisamente dalla tua parte, avanti così Mauro!
Altro in questa categoria: « Continua Dolore »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Mauro Mangano Sindaco

Newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register
Terms and Condition

Compila il form d'iscrizione alla newsletter. Tutti i campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori. Inserisci un indirizzo e-mail valido. Riceverai un messaggio di conferma iscrizione alla newsletter.


Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.