Dantedi

Un gioco, se volete, un...

Didattica da toccare

- Didattica è il...

Sradicamenti immemorabili

Ovvero di come la...

Quando la vita ti viene a trovare

Lucrezio, Seneca, due...

Il virus della rimozione covid-3 (o come non...

- Il virus della...

IN VIA

Il virus della rimozione covid-3 (o come non...

- Il virus della rimozione. Credo appartenga allo stesso ceppo del virus del fatalismo, ma è più...
Read More...

Il virus della sopravvivenza covid-2 (o come il...

- Chiusi a casa, regrediti psicologicamente nel grembo domestico, con una vaga sindrome da...
Read More...

Il Virus del fatalismo - covid-1 (o come...

- La rivelazione del fatalismo. È riassunta nella diffusione della frase “Andrà tutto bene”. Una...
Read More...

Il virus rivelatore - covid-0 (o come il virus...

- L'esplosione della pandemia del virus covid-19 è un evento drammatico ed epocale. Uno di quei...
Read More...

Autonomia differenziata, regionalizzazione...

NAPOLI, 8 NOVEMBRE 2019 L’esame delle proposte di intesa sull’autonomia differenziata riguardo la...
Read More...

Scelte

Federazione dei Verdi L'impegno politico è una parte indissolubile della mia vita quotidiana, lo è...
Read More...

Accogliere è crescere

Ho letto su alcuni organi di informazione che a Paternò dovrebbe essere aperto un centro di...
Read More...

Pozzo Currone

Riqualificata la zona mercatale di Pozzo Currone Un finanziamento europeo, di qualche anno fa, ha...
Read More...

Operazione “The end”

L’Amministrazione comunale paternese esprime soddisfazione per la sentenza dell’operazione “The...
Read More...

IN CLASSE

Dantedi

Un gioco, se volete, un modo per stare insieme, anche distanti, nel nome di Dante e della poesia.
Read More...

Didattica da toccare

- Didattica è il termine con cui indichiamo la pratica dell'insegnamento. È anche il nome che...
Read More...

IN PAGINA

Quando la vita ti viene a trovare

Lucrezio, Seneca, due scrittori diversissimi, catalogati nelle distanti fazioni di stoici ed...
Read More...

Il taccuino di Bento

di John Berger La protesta non è innanzitutto un sacrificio fatto in nome di un futuro diverso e...
Read More...

Il gioco del silenzio

di Carlo Sini Più riguardo a "Il gioco del silenzio". Una grande, compatta, pulita riflessione sul...
Read More...

Il tempo è un bastardo

di John Berger Il tema non è originale: il tempo passa, e trasforma ogni cosa. Il romanzo di...
Read More...

Da a a x. Lettere di una storia

di John Berger La tensione lirica di questo libro è molto alta, berger sa unire delicatezza e...
Read More...

Congedo ordinario

di Gilberto Severini La storia di un uomo letta alla luce di un'unico costante filo conduttore,...
Read More...

La preghiera semplice di Francesco

di L. Boff - Cittadella editrice La cosiddetta Preghiera Semplice non è stata scritta da...
Read More...

Un libro, ogni tanto

Arriva il 15 agosto anche per poter leggere un libro, tutto in una volta, come si faceva un tempo....
Read More...

A cosa servono gli amori infelici?

DI G. Severini - Playground Bel libro, una scrittura solida, tranquilla, che non cerca effetti...
Read More...

Randagismo, intervento straordinario del Comune nella zona del cimitero nuovo.

Una decina di esemplari sono stati presi in custodia, verranno sterilizzati e affidati alle associazioni di volontariato. Dall’inizio del 2014 a oggi ben 98 randagi hanno trovato un padrone.

Intervento straordinario del Comune al cimitero nuovo di Paternò, per contrastare il fenomeno del randagismo, molto radicato nella zona. Una decina di cani, fra i quali alcuni cuccioli, che avevano fatto del luogo sacro e dei suoi dintorni la propria “casa”, con il contributo degli agenti della Polizia Municipale, coordinati dall’ispettore Francesco Rapisarda, sono stati presi in custodia da personale del canile convenzionato con l’Ente. I randagi, molti dei quali in condizioni igieniche precarie, sono stati trasportati nella struttura dove, così come previsto dalla legge, verranno sterilizzati e sottoposti a microchippatura.

I cani non resteranno all’interno del canile, infatti, come stabilisce la normativa, una volta sottoposti ai trattamenti verranno reimmessi nel territorio cittadino, anche se non nelle stesse aree in cui sono stati prelevati, per evitare il riformarsi di branchi. In questa fase, fondamentale sarà la collaborazione fra il Comune e le associazioni di volontariato presenti, al fine di trovare delle famiglie disponibili ad adottarli. Una collaborazione che ha dato buoni frutti: dai dati in possesso dell'Ufficio Randagismo, guidato dall’Ispettore Rapisarda, si rileva che nel corso dell'anno 2014 sono state attivate 185 pratiche relative a randagi presenti sul territorio, che sono accuditi dalle associazioni di volontariato; di questi, ad oggi, 98 sono già stati adottati definitivamente da privati e per 10 sono in corso di definizione le pratiche di adozione.

L’intervento al cimitero di via Balatelle è scattato per via dell’aumento esponenziale di cani randagi nell’area, che crea problemi igienico-sanitari, ma anche di ordine pubblico, soprattutto in vista dell’avvicinarsi della festività in onore dei Defunti. Stamani, è stato effettuato un nuovo sopralluogo da parte degli agenti della Polizia Municipale, durante il quale è stata verificata la presenza di altri quattro esemplari, sfuggiti al primo intervento. Nei prossimi giorni, si provvederà a recuperarli e si procederà alla disinfestazione nella zona. Interventi simili sono previsti anche nella vicina via Palmanova.

«Si è trattato di un’azione necessaria, che abbiamo effettuato per assicurare la salute degli stessi animali, nonché il decoro, la pulizia e la sicurezza del luogo sacro, anche a seguito delle numerose richieste pervenuteci dai cittadini – commenta il sindaco di Paternò, Mauro Mangano». Diverse, infatti, sono state le segnalazioni di tombe sporcate o messe a soqquadro dagli animali. «Alcuni volontari si sono opposti all'intervento – aggiunge il sindaco –, ma siamo sicuri che sia meglio agire secondo la legge, piuttosto che lasciare che la situazione rimanga com’è. Il rischio, come già avvenuto in passato, è che qualcuno decida di ricorrere al fai da te, con gesti che, oltre ad essere barbari e deplorevoli, non risolvono di certo il problema del randagismo». Già nel mese di settembre gli agenti della Municipale avevano effettuato un primo sopralluogo nell’area, a seguito del quale l’intervento è stato rimandato. Troppi, infatti, fra i randagi, i cuccioli appena nati, che se separati dalla madre avrebbero avuto poche possibilità di sopravvivere. Si è così deciso di attendere che la fase di allattamento terminasse, prima di prelevarli, per assicurare l’incolumità dei piccoli esemplari.

PAROLE D'ORDINE

Sradicamenti immemorabili

Ovvero di come la cultura del mediterraneo si fondi su “memorie” che costruiscono identità nomadi,...
Read More...

Piazze, tribune, teatri del Mediterraneo

Piazze, tribune, teatri del Mediterraneo: dalla qualità dello spazio pubblico alla qualità della...
Read More...

Le differenze, la scuola italiana, una cosa...

In effetti ciò che sta succedendo su alcuni aspetti della riforma della scuola qualche dubbio...
Read More...

Globalizzazioni

Una volta ciò che accadeva nel mondo era importante, agitava le coscienze e perfino la lotta...
Read More...

Pazienza

Gabriella Caramore ha scritto un bel libro intitolato Pazienza, ricchissimo di spunti su molti...
Read More...

Questione morale

La questione morale. Il film di Walter Veltroni ha fatto tornare di moda Enrico Berlinguer , la...
Read More...

Cittàteatro

La città teatro, ovvero Santo Parisi, carnevale, e il grande palcoscenico. Carnevale è arrivato e...
Read More...

La vita è là

La vita è la giovane mamma che si alza alle 4 di mattina per andare a lavorare in panificio,...
Read More...

Perfetta letizia e politica

Gli appunti del gruppo di lavoro che ho guidato ad Assisi, il 2 novembre, all'interno del convegno...
Read More...

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Dantedi

Un gioco, se volete, un...

Didattica da toccare

- Didattica è il...

Sradicamenti immemorabili

Ovvero di come la...