Dantedi

Un gioco, se volete, un...

Didattica da toccare

- Didattica è il...

Sradicamenti immemorabili

Ovvero di come la...

Quando la vita ti viene a trovare

Lucrezio, Seneca, due...

Il virus della rimozione covid-3 (o come non...

- Il virus della...

IN VIA

Il virus della rimozione covid-3 (o come non...

- Il virus della rimozione. Credo appartenga allo stesso ceppo del virus del fatalismo, ma è più...
Read More...

Il virus della sopravvivenza covid-2 (o come il...

- Chiusi a casa, regrediti psicologicamente nel grembo domestico, con una vaga sindrome da...
Read More...

Il Virus del fatalismo - covid-1 (o come...

- La rivelazione del fatalismo. È riassunta nella diffusione della frase “Andrà tutto bene”. Una...
Read More...

Il virus rivelatore - covid-0 (o come il virus...

- L'esplosione della pandemia del virus covid-19 è un evento drammatico ed epocale. Uno di quei...
Read More...

Autonomia differenziata, regionalizzazione...

NAPOLI, 8 NOVEMBRE 2019 L’esame delle proposte di intesa sull’autonomia differenziata riguardo la...
Read More...

Scelte

Federazione dei Verdi L'impegno politico è una parte indissolubile della mia vita quotidiana, lo è...
Read More...

Accogliere è crescere

Ho letto su alcuni organi di informazione che a Paternò dovrebbe essere aperto un centro di...
Read More...

Pozzo Currone

Riqualificata la zona mercatale di Pozzo Currone Un finanziamento europeo, di qualche anno fa, ha...
Read More...

Operazione “The end”

L’Amministrazione comunale paternese esprime soddisfazione per la sentenza dell’operazione “The...
Read More...

IN CLASSE

Dantedi

Un gioco, se volete, un modo per stare insieme, anche distanti, nel nome di Dante e della poesia.
Read More...

Didattica da toccare

- Didattica è il termine con cui indichiamo la pratica dell'insegnamento. È anche il nome che...
Read More...

IN PAGINA

Quando la vita ti viene a trovare

Lucrezio, Seneca, due scrittori diversissimi, catalogati nelle distanti fazioni di stoici ed...
Read More...

Il taccuino di Bento

di John Berger La protesta non è innanzitutto un sacrificio fatto in nome di un futuro diverso e...
Read More...

Il gioco del silenzio

di Carlo Sini Più riguardo a "Il gioco del silenzio". Una grande, compatta, pulita riflessione sul...
Read More...

Il tempo è un bastardo

di John Berger Il tema non è originale: il tempo passa, e trasforma ogni cosa. Il romanzo di...
Read More...

Da a a x. Lettere di una storia

di John Berger La tensione lirica di questo libro è molto alta, berger sa unire delicatezza e...
Read More...

Congedo ordinario

di Gilberto Severini La storia di un uomo letta alla luce di un'unico costante filo conduttore,...
Read More...

La preghiera semplice di Francesco

di L. Boff - Cittadella editrice La cosiddetta Preghiera Semplice non è stata scritta da...
Read More...

Un libro, ogni tanto

Arriva il 15 agosto anche per poter leggere un libro, tutto in una volta, come si faceva un tempo....
Read More...

A cosa servono gli amori infelici?

DI G. Severini - Playground Bel libro, una scrittura solida, tranquilla, che non cerca effetti...
Read More...

Il rilancio del turismo rimane uno degli obiettivi principali dell’Amministrazione comunale paternese, la quale ha incontrato, a Palazzo Alessi, una ventina di operatori turistici del territorio, fra ristoratori, titolari di strutture ricettive ed agenzie di viaggio. Obiettivo dell'incontro, l'istituzione di un tavolo permanente, fra l'Amministrazione comunale e gli operatori del settore, finalizzato alla programmazione dello sviluppo turistico e alla risoluzione delle criticità ad esso connesse. Contestualmente, il Comune ha lanciato l'idea di realizzare un portale web attraverso il quale dare maggiore visibilità alle attrattive turistiche della città e alle strutture ricettive presenti.

Rimanendo in tema di sviluppo del territorio, il Consiglio Comunale paternese si è espresso in favore dell’adesione di Paternò all’area metropolitana. Una decisione che ha incontrato l’approvazione del sindaco, Mauro Mangano, che dichiara:

«In un primo momento avevamo pensato che l'istituzione di un consorzio di comuni legati dal Simeto e dall'Etna avrebbe rappresentato una svolta storica positiva, tuttavia, alla fine abbiamo capito invece che la legge conteneva così tante clausole e restrizioni che era impossibile creare dei liberi consorzi nuovi.Paternò, dentro l’area metropolitana di Catania, può avere un potenziale straordinario di sviluppo in molte direzioni».

Le altre news, in breve:

  • Porte aperte agli spettatori al “Falcone-Borsellino”. Esito positivo per il sopralluogo della Commissione pubblico spettacolo.
  • La paternese Lorenza Leonardi compie cento anni.L’assessore Galatà ha portato gli auguri dell’Amministrazione alla signora, che ha festeggiato l’importante traguardo circondata da parenti e amici, nel giorno della festa dei nonni.

Queste ed altre notizie nella consueta rassegna stampa della settimana. Buona lettura!!!

29 settembre

Adesione di Paternò all’area metropolitana, il commento del sindaco Mauro Mangano.

Nel corso della seduta tenutasi venerdì scorso, il Consiglio Comunale paternese si è espresso in favore dell’adesione di Paternò all’area metropolitana. Una decisione che ha incontrato l’approvazione del sindaco, Mauro Mangano, che dichiara:

«In un primo momento avevamo pensato che l'istituzione di un consorzio di comuni legati dal Simeto e dall'Etna avrebbe rappresentato una svolta storica positiva e creato unioni territoriali più omogenee, legate da forti affinità economiche, sociali, ambientali. Tuttavia, alla fine abbiamo capito invece che la legge conteneva così tante clausole e restrizioni che era impossibile creare dei liberi consorzi nuovi. Per questo – continua il primo cittadino - dopo aver esaminato la normativa, molti sindaci abbiamo proposto alla Regione di modificarla, adeguandola alla Legge Delrio, la quale, nel resto d’Italia, propone che l’area metropolitana corrisponda al territorio originario della provincia e diventi un’entità amministrativa come quelle che già sussistono da tempo a livello europeo. Per quanto riguarda la città di Paternò, il suo legame con Catania è fortissimo e reciproco, grazie anche ai collegamenti diretti ed efficienti, dunque ciò che si dovrebbe fare è rileggere la nostra storia in chiave più moderna, ovvero senza far diventare Catania il magnete che ci sottrae ogni ricchezza ma nemmeno pretendendo di darci un'immagine di città rurale, interna e provinciale, che non ci appartiene più. Paternò, dentro l’area metropolitana di Catania, può avere un potenziale straordinario di sviluppo in molte direzioni. Per fare un esempio, commercio e terziario collocati a Paternò possono tranquillamente servire un potenziale bacino di centinaia di migliaia di persone, grazie alla posizione centrale della nostra città, sia rispetto alla popolazione dell'area metropolitana che a quella delle zone più interne. Non è difficile, per Paternò, seguire questa strada, lo dimostra la creazione in città di locali che attirano un pubblico che viene anche da fuori, o la presenza di sportivi che giungono da altri centri per utilizzare i nostri impianti. Perciò stiamo lavorando adesso sul sostegno ai giovani che vogliono creare imprese e stiamo incoraggiando imprenditori che stanno investendo sul turismo nella nostra città. Per raggiungere tali obiettivi – conclude Mangano – occorre però abbandonare quell’antica forma mentis che ci spinge a pensare che la crescita possa avvenire solo a discapito degli altri comuni vicini, bensì lavorare per uno sviluppo integrato dell’area metropolitana, insieme alle varie realtà che la compongono».


La paternese Lorenza Leonardi compie cento anni.

L’assessore Galatà ha portato gli auguri dell’Amministrazione alla signora, che ha festeggiato l’importante traguardo circondata da parenti e amici, nel giorno della festa dei nonni.

Nel giorno dedicato alla festa dei nonni, alla quale anche Papa Francesco ha dato grandissima rilevanza, l’assessore alla Dignità della persona e infanzia di Paternò, Salvatore Galatà, ha portato gli auguri dell’Amministrazione comunale alla concittadina Lorenza Leonardi, che ha tagliato l’importante traguardo di un secolo di vita. La signora Lorenza è ospite da cinque anni di una bella struttura di Melilli, nel siracusano, ma non ha dimenticato le proprie origini paternesi, tanto da conservare ancora la residenza nel comune etneo.

Nonna Lorenza ha festeggiato il suo centesimo compleanno circondata da un folto gruppo di parenti e amici. Un momento ricco di emozioni per la signora, al quale ha voluto partecipare anche l’assessore Galatà, che si è recato personalmente alla casa di riposo per portare gli auguri del sindaco e del resto della Giunta.

«Nelle stesse ore in cui la signora Lorenza spegneva le candeline – ha sottolineato l’assessore – in piazza San Pietro, a Roma, Papa Francesco ha incontrato migliaia di anziani provenienti da tutto il mondo, per manifestare loro tutto il suo sostegno. Una felice coincidenza con il centesimo compleanno della nostra concittadina, durante il quale mi è sembrato giusto riaffermare la nostra ferma opposizione verso quella cultura dello scarto, imperante nella nostra società, che mira a marginalizzare le persone fragili, e in primo luogo proprio gli anziani. Come ha detto il Pontefice – ha concluso Galatà - un popolo che non sa custodire e proteggere i propri nonni, è un popolo che non sa conservare la memoria e quindi è destinato a non avere futuro».

Erano presenti alla cerimonia, oltre ai vertici della struttura ospitante e a tutti i ricoverati, anche il vice sindaco di Melilli, Arcangela Palmeri e il Presidente dell’Assise Civica, Salvatore Sbona, i quali hanno voluto ringraziare il Comune di Paternò per l’inaspettata presenza.


30 settembre

Addizionale Irpef. Il sindaco: «Bisogna prendere atto della situazione finanziaria dell’Ente».

Dopo il rinvio di ieri, questa sera l’Assise Civica paternese è chiamata nuovamente ad esprimersi in merito all’aumento dell’addizionale Irpef. Il sindaco del comune etneo, Mauro Mangano, si rivolge ai consiglieri, chiedendo loro prendere atto della situazione finanziaria dell’Ente:

«Con i versamenti da Stato e Regione ridotti all’osso, e con l’aliquota Tasi votata recentemente – evidenzia il primo cittadino -, risulta impossibile chiudere il bilancio del Comune di Paternò, se non troviamo almeno un milione di euro in più. L’unico modo che abbiamo per reperire queste somme è aumentare l’addizionale Irpef. Le responsabilità di questa situazione sono complesse, tuttavia come sindaco riconosco che avremmo voluto fare di più in alcuni ambiti, come quello della riscossione dei tributi minori, relativi, per esempio, alla cartellonistica pubblicitaria. D’altra parte – continua Mangano - continuiamo a svolgere un lavoro importante di contenimento delle spese, di cui il prossimo passo sarà la realizzazione dei progetti che siamo riusciti a farci finanziare per il risparmio energetico. Siamo passati da bilanci in cui le spese erano incontrollate, ad una situazione in cui abbiamo finalmente sotto controllo voci importanti come quelle relative ai rifiuti, all’energia e al personale. In queste condizioni – conclude il sindaco - credo che i sacrifici di tutta la città possano avere un senso, perché diventeranno lo strumento per lo sviluppo e gli investimenti imminenti».

02 ottobre

Paternò, l'Amministrazione incontra gli operatori turistici.

Incontro questo pomeriggio, a Palazzo Alessi, fra l'Amministrazione comunale paternese e alcuni operatori turistici del territorio, allo scopo di delineare una strategia condivisa per lo sviluppo turistico della città. Presenti una ventina di esercenti fra ristoratori, titolari di strutture ricettive ed agenzie di viaggio. Ad accoglierli c'erano il sindaco, Mauro Mangano, gli assessori al Turismo, Alessandro Cavallaro e alle Attività produttive, Agostino Borzì; a partecipare alla tavola rotonda anche il presidente della Commissione Consiliare alla Cultura, Antonio Arena, il consigliere comunale Alfredo Sciacca e il dirigente degli uffici al Turismo, Salvo Girianni.

Obiettivo dell'incontro, l'istituzione di un tavolo permanente, fra l'Amministrazione comunale e gli operatori del settore, finalizzato alla programmazione dello sviluppo turistico e alla risoluzione delle criticità ad esso connesse. Contestualmente, il Comune ha lanciato l'idea di realizzare un portale web attraverso il quale dare maggiore visibilità alle attrattive turistiche della città e alle strutture ricettive presenti. Spazio anche alle questioni burocratiche, in tal senso l'Amministrazione ha indicato gli uffici comunali al Turismo come l'interlocutore a cui rivolgersi per una risoluzione celere dei problemi più urgenti.

«Abbiamo organizzato solo oggi questa riunione - ha spiegato il sindaco di Paternò, Mauro Mangano - perché riteniamo che adesso ci siano le condizioni per parlare di sviluppo turistico in termini realistici. Per fare qualche esempio - ha continuato il primo cittadino - abbiamo risolto alcuni dei problemi legati alle micro-discariche, presenti su alcuni svincoli all'ingresso della città o in luoghi di interesse naturalistico come le Salinelle, attraverso operazioni costanti di pulizia e repressione che cominciano a dare i loro frutti. Adesso vogliamo offrirvi il nostro supporto per portare avanti le vostre iniziative, per questo vorrei che ci incontrassimo periodicamente per mettere a punto una rete di operatori del settore che collaborino al miglioramento dell'offerta turistica e alla sua promozione».

«Vogliamo confrontarci con voi per comprendere le criticità del settore e le vostre esigenze - ha detto l'assessore Borzì agli operatori presenti alla riunione -. Ci sono delle importanti novità a Paternò in ambito turistico: presto grazie a finanziamenti che abbiamo ottenuto potremo installare dei totem turistici multimediali nel centro cittadino e la Pro Loco ha ricevuto un finanziamento importante per la creazione di itinerari turistici, ma tutto ciò può funzionare efficacemente solo con la vostra collaborazione». «Paternò ha una serie di impianti sportivi e bellezze monumentali e naturali che attirano un certo numero di utenti e visitatori- ha aggiunto l'assessore Cavallaro - e ci auguriamo di poter aggiungere a tutto questo il castello normanno, che contiamo di riaprire presto. Ma tutto ciò non basta se non siamo in grado di offrire delle strutture ricettive e servizi adeguati».

Gli operatori turistici intervenuti all'incontro hanno apprezzato l'iniziativa dell'Amministrazione comunale, cogliendo l'occasione per esporre alcune delle problematiche da affrontare: dalla necessità di migliorare la segnaletica relativa ai luoghi da visitare, alle questioni inerenti i rifiuti e la burocrazia. Un ristoratore presente alla riunione ha sottolineato come, negli ultimi anni, le strutture ricettive siano incrementate e migliorate, e in molti si sono trovati d'accordo con l'idea di coordinare il lavoro dei vari operatori, per offrire servizi più efficienti e completi ai potenziali visitatori.

04 ottobre

Domenica porte aperte agli spettatori al “Falcone-Borsellino”.

Stamani operai del Comune al lavoro per rinnovare i servizi igienici della struttura.

Buone notizie per gli appassionati di calcio. La partita di domenica, che il Paternò disputerà in casa contro il Rosolini, potrà essere giocata a porte aperte. La decisione a seguito del sopralluogo della commissione pubblico spettacolo del Comune all’interno dello stadio “Falcone-Borsellino”, che ha stabilito l’apertura agli spettatori di tutta la tribuna B e della tribuna stampa, che possono ospitare circa 800 persone.

«Siamo soddisfatti, finalmente i nostri tifosi potranno sostenere da vicino la loro squadra negli scontri casalinghi – afferma l’assessore allo Sport del Comune di Paternò, Alessandro Cavallaro, presente al sopralluogo -. Abbiamo lavorato per diversi mesi per poter ottenere questo risultato, e già nei giorni scorsi abbiamo ricevuto il nulla osta dei Vigili del Fuoco per il certificato di prevenzione antincendio. Ringrazio gli uffici comunali allo Sport per l'impegno profuso per raggiungere l’obiettivo».

Rimangono invece al momento interdetti al pubblico gli altri spalti, per i quali la Commissione ha richiesto un documento che attesti la revisione dell'impianto delle tribune tubolari. «Tale revisione va fatta ogni dieci anni e l'ultima risale al 2004 - spiega l'assessore Cavallaro -, con la Commissione ci vedremo fra 15 giorni, nel frattempo lavoreremo per produrre le certificazioni necessarie affinché tutta la struttura possa essere riaperta agli spettatori».

Nei giorni precedenti al sopralluogo della commissione, tanti gli interventi effettuati dal Comune all’interno del campo da calcio: dall’installazione delle luci di emergenza alla sistemazione degli impianti elettrici di messa a terra, alla verifica degli estintori. Stamattina, inoltre, gli operai del Comune hanno ultimato la ristrutturazione dei servizi igienici della tribuna B. Le condizioni dell’impianto sono state verificate anche dalla Figc che, nei giorni scorsi, ha dato il proprio ok all’idoneità del campo.

cento_anni_Lorenza_Leonardi
cento_anni_Lorenza_Leonardi_1
incontro_operatori_turistici
incontro_operatori_turistici_1
operai_lavoro
stadio_falcone_borsel

PAROLE D'ORDINE

Sradicamenti immemorabili

Ovvero di come la cultura del mediterraneo si fondi su “memorie” che costruiscono identità nomadi,...
Read More...

Piazze, tribune, teatri del Mediterraneo

Piazze, tribune, teatri del Mediterraneo: dalla qualità dello spazio pubblico alla qualità della...
Read More...

Le differenze, la scuola italiana, una cosa...

In effetti ciò che sta succedendo su alcuni aspetti della riforma della scuola qualche dubbio...
Read More...

Globalizzazioni

Una volta ciò che accadeva nel mondo era importante, agitava le coscienze e perfino la lotta...
Read More...

Pazienza

Gabriella Caramore ha scritto un bel libro intitolato Pazienza, ricchissimo di spunti su molti...
Read More...

Questione morale

La questione morale. Il film di Walter Veltroni ha fatto tornare di moda Enrico Berlinguer , la...
Read More...

Cittàteatro

La città teatro, ovvero Santo Parisi, carnevale, e il grande palcoscenico. Carnevale è arrivato e...
Read More...

La vita è là

La vita è la giovane mamma che si alza alle 4 di mattina per andare a lavorare in panificio,...
Read More...

Perfetta letizia e politica

Gli appunti del gruppo di lavoro che ho guidato ad Assisi, il 2 novembre, all'interno del convegno...
Read More...

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Dantedi

Un gioco, se volete, un...

Didattica da toccare

- Didattica è il...

Sradicamenti immemorabili

Ovvero di come la...