Rassegna stampa | 14 al 20 Luglio 2014

Vota questo articolo
(0 Voti)
Rassegna stampa | 14 al 20 Luglio 2014

È iniziata ROCCANORMANNA FEST la rassegna di spettacoli che avrà luogo fino al 24 agosto a Paternò (CT), nell’incantevole cornice della collina storica, nata dalla sinergia fra il Comune etneo e una rete di operatori culturali del comprensorio.

Molti gli spettacoli già in programma per le prime settimane di festival: appuntamenti con il cinema d’autore lunedì 21 luglio ore 21 con la pellicola “La bicicletta verde” e martedì 22, alla stessa ora con “Come pietra paziente”; da giovedì debuttano i concerti, si comincia con lo spettacolo Cadò di Gabriella Grasso (24 luglio), e la danza con La Nave delle Spose (25 luglio), l’anteprima del Marranzano World Festival 2014 con esibizioni di Eleonora Bordonaro e Alfio Antico (sabato 26 luglio) e l’unica data in Italia della cantante brasiliana di samba, celebre in tutto il mondo, Leny Andrade (27 luglio).

Tutte le info sul programma all’indirizzo web: www.roccanormannafest.it – In allegato alla consueta rassegna anche il calendario completo del festival in formato pdf.

Download - Calendario Roccanormanna Fest

Le altre news della settimana, in breve:

  • Scuole: consegnati i lavori al plesso centrale del I Circolo.

    Gli interventi puntano alla messa in sicurezza e al miglioramento sismico delle strutture.

  • L’area delle Salinelle riaperta al traffico

    Rimossi alcuni dei dissuasori che impedivano l’accesso alla zona, di recente ripulita e dotata di telecamere di videosorveglianza.

Continua per saperne di più su queste ed altre notizie, nella consueta rassegna stampa settimanale… 

Buona lettura!

 14 luglio

Paternò, grande successo per il raduno regionale delle Vespe.

raduno vespa
Centinaia di appassionati della celebre due ruote sono giunti da tutta la Sicilia per visitare Paternò. Per loro, tappa anche sulla collina storica e alle Salinelle.

Sono arrivati a Paternò da ogni parte della Sicilia per partecipare al raduno delle vespe organizzato dal Vespa Club Paternò, di cui fa parte il consigliere comunale, Ezio Messina.

Quasi 600 appassionati della celebre due ruote, a bordo di circa 300 mezzi, sono giunti organizzati in gruppi provenienti da diverse città siciliane e non solo, fra le quali Belpasso, Biancavilla, Catania, Ragalna, ma anche Niscemi, Melilli, Ragusa, Agrigento, Erice e persino Reggio Calabria.

I vespisti hanno potuto apprezzare le bellezze della città di Paternò, percorrendo a bordo dello scooter il centro storico, e soffermandosi a visitare i principali siti d’interesse turistico. Per loro, tappa sulla collina monumentale e visita al Santuario dedicato alla Madonna della Consolazione, dove hanno ricevuto la benedizione dei mezzi da parte del parroco, don Vito Mandarano; poi sosta ai piedi del castello, dove è stato offerto loro un rinfresco a base di granite e bevande fresche. Poi ancora, visita al museo della Civiltà contadina e un giro intorno all’area delle Salinelle, di recente ripulita e dotate di videosorveglianza, dove i vespisti hanno potuto ammirare i fenomeni di vulcanismo secondario.

raduno vespe«Insieme ai membri del club di cui faccio parte abbiamo avuto il piacere di accogliere centinaia di visitatori uniti dalla passione per la vespa – dichiara soddisfatto il consigliere comunale Ezio Messina -. È stato un raduno partecipatissimo, e abbiamo visto nei visitatori un grande entusiasmo nello scoprire le bellezze della nostra città, tanto che due partecipanti, maestri di scuola, hanno espresso la volontà di ritornare a Paternò con i propri studenti. Questo ci fa comprendere che la nostra città ha tutte le carte in regola per diventare un centro di attrazione turistica – continua Messina – anche se ancora ci sono dei margini di miglioramento, come alle Salinelle, dove occorre creare dei percorsi ad hoc per i visitatori».

Presente ad accogliere i visitatori anche l’assessore al Turismo del Comune di Paternò, Alessandro Cavallaro: «E’ stato bellissimo vedere la nostra città invasa da centinaia di visitatori a bordo delle proprie splendide vespe – dichiara – e lo è stato ancora di più perché abbiamo avuto la soddisfazione di portarli a visitare le nostre Salinelle, finalmente libere dai rifiuti, che i vespisti hanno potuto ammirare in tutta la loro bellezza ed unicità, godendo anche della straordinaria vista dell’Etna. Queste occasioni – conclude Cavallaro - ci danno l'entusiasmo e la grinta necessarie per continuare a lavorare per il rilancio del turismo nella nostra città».


Paternò, oggi il giorno del ricordo della vittime della guerra.

Alla villa Moncada, la cerimonia per rendere omaggio all’eroico padre Ravazzini e a quanti persero la vita nei bombardamenti del luglio 1943.

cerimonia 1Una cerimonia solenne e composta si è svolta questa sera a Paternò, presso il giardino comunale Moncada, per ricordare la tragedia che settantuno anni fa si abbatté sulla città, che venne semidistrutta dai bombardamenti alleati durante il secondo conflitto mondiale.

Oggi, a ricordare quel tragico pomeriggio del 14 luglio 1943, c’erano le autorità civili e militari della città, che hanno deposto una corona d’alloro presso la stele eretta all’interno della villa comunale, in ricordo dell’eroico coraggio di padre Vincenzo Ravazzini, che perì mentre prestava il proprio aiuto ai feriti e ai moribondi nell’ospedale da campo improvvisato proprio presso la villa Moncada.

cerimonia 2A rendere omaggio alla memoria del frate cappuccino e alle centinaia di persone che persero la vita a causa dell’incursione aerea, c’erano, fra gli altri, il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, gli assessori Agostino Borzì, Alessandro Cavallaro e Salvatore Galatà, ed una rappresentanza del Consiglio Comunale. Con loro anche l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia e l’Associazione Nazionale Carabinieri, sezioni di Paternò ed un gruppo di familiari delle vittime, nonché di superstiti di quella tragedia che hanno preso parte alla commemorazione per portare la propria dolorosa testimonianza. Ad impartire la benedizione, nel corso della cerimonia, padre Francesco La Porta, che ha ricordato la figura di padre Ravazzini, come lui appartenente all’Ordine francescano, definendolo come «un eroe che ha costruito la pace».

«Sono tante, troppe, le persone che hanno perso la vita nel corso di quella giornata – ha ricordato il sindaco, Mauro Mangano, nel suo discorso – , che ha segnato simbolicamente e tragicamente la storia della nostra città. Paternò allora era povera e semidistrutta dalle bombe, ma ha avuto la forza ed il coraggio di rialzarsi».


15 luglio

Scuole: consegnati i lavori al plesso centrale del I Circolo.

Gli interventi puntano alla messa in sicurezza e al miglioramento sismico delle strutture.

 consegna lavori I circoloCome anticipato nei giorni scorsi è avvenuta questo pomeriggio la consegna dei lavori al plesso centrale del I Circolo didattico di Paternò, in via Emanuele Bellia.

Gli interventi, che avranno inizio il prossimo lunedì, verranno svolti grazie ad un finanziamento, pari a 420 mila euro, proveniente dal Dipartimento regionale di Protezione civile, nell’ambito degli Accordi di programma quadro. I lavori previsti, che verranno effettuati dall’impresa Ge.co.im di Misterbianco, prevedono il completamento del tetto, il miglioramento sismico dell’ala ovest e del corpo centrale dell’edificio, l’adeguamento dell’impianto elettrico in base alla normativa vigente e la ritinteggiatura dei locali.

Alla consegna dei lavori erano presenti, oltre ai funzionari degli uffici preposti e ai titolari della ditta aggiudicataria dell’appalto, anche gli assessori alla Pubblica istruzione e ai Lavori pubblici del Comune di Paternò, Flavia Indaco e Carmelo Palumbo e il dirigente scolastico del I Circolo, professoressa Ornella Peri.

«In sinergia con gli uffici procediamo spediti verso il completamento degli interventi da effettuare nelle varie scuole – evidenzia l’assessore Carmelo Palumbo -; anche al I Circolo l’obiettivo è completare la parte più consistente dei lavori prima che inizi il nuovo anno scolastico, per ridurre al minimo qualsiasi tipo di intralcio all’attività didattica».


16 luglio

Paternò e la Valle del Simeto fra le tappe dei Cammini Francigeni di Sicilia

Il gruppo di cinque camminatori sarà accolto domani a Palazzo Alessi.

camminatori francigeniSono stati accolti  questo pomeriggio a Palazzo Alessi, a Paternò, i componenti dell’Associazione “Amici dei cammini francigeni di Sicilia”, che hanno incluso il comune etneo fra le tappe del loro Cammino apripista sulle vie Franchigene della Sicilia orientale, che rientra tra le iniziative nazionali "ONDA DI CAMMINI" dell'Associazione Rete dei Cammini per celebrare tra maggio - ottobre 2014 la festa di compleanno della Via Francigena.

La pattuglia esplorativa composta da cinque camminatori è stata ricevuta, fra gli altri, dall’assessore Agostino Borzì e dal consigliere comunale Giovanni Parisi.

Dopo i saluti istituzionali, il gruppo ha visitato la chiesa di S. Giacomo, sulla collina storica. Ad accompagnarli anche l’avvocato Pippo Virgillito, autore del volume “La Chiesa e l'Arciconfraternita di San Giacomo Apostolo Maggiore a Paternò” e i membri della confraternita di S. Giacomo, con il presidente, Giuseppe Frisenna. L’incontro è avvenuto alla vigilia della settima tappa del loro viaggio, durante il quale i membri dell’associazione attraverseranno i territori della Valle del Simeto, sulla strada per Adrano. I camminatori verranno ospitati, domani sera,  dal gruppo scout Paternò  4° della parrocchia di S.Barbara.

Il viaggio dell’Associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia è cominciato l’11 luglio scorso da Scicli (RG) e si concluderà, dopo dodici giorni, a Messina il 24 luglio. Qui i camminatori giungeranno fino alla Cattedrale, ai resti della Chiesa di San Giacomo e alla Chiesa di S. Maria dell’Incoronata di Camaro dove si trova la Cappella San Giacomo e dove i pellegrini troveranno ospitalità fino al giorno di S. Giacomo il 25 Luglio.

Il cammino, che attraverserà i territori delle province di Ragusa, Siracusa, Catania e Messina, è organizzato dall’Associazione “Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia” con la collaborazione di alcune associazioni appartenenti alla nascente “Rete dei Cammini Francigeni di Sicilia”: MASCI Sicilia e Ultreya e Suseya di Pedara. La pattuglia esplorativa è formata da cinque camminatori: Davide di Messina, Irene di Catania, Giovanni di Milano, Gregorio di Avola e Chiara di Trento.


 L’area delle Salinelle riaperta al traffico

Rimossi alcuni dei dissuasori che impedivano l’accesso alla zona, di recente ripulita e dotata di telecamere di videosorveglianza.

via acque grasseDopo l’installazione delle videocamere di sorveglianza e la pulizia dell’area, la zona delle Salinelle ritorna ad essere, in parte, percorribile con le auto.

I dissuasori posti all’imbocco di via dello Stadio, davanti al velodromo, e all’ingresso di via Acque Grasse, sono stati infatti rimossi, consentendo agli automobilisti di percorrere la rotatoria che congiunge le due strade, e che conduce all’area del mercato tri-settimanale. L’interdizione al transito delle auto permane invece, al momento, sulla parte di via dello Stadio che confluisce su via dei Coralli, ed in via dei Mulini, dove però si prevede la sostituzione dei dissuasori gialli con più decorative fioriere.

L’Amministrazione comunale aveva, nelle scorse settimane, deciso di impedire l’accesso delle auto nella zona dei vulcanetti di fango, come deterrente contro lo scarico abusivo dei rifiuti. Adesso, con l’operazione di pulizia straordinaria e l’installazione di otto telecamere per evitare che ritornino a formarsi le micro-discariche, l’interdizione totale al traffico non sembra più essere necessaria.

«Il nostro è un impegno costante per salvaguardare un sito naturalistico di straordinario interesse turistico e scientifico – evidenzia l’assessore ai Lavori pubblici, Carmelo Palumbo -; le telecamere, insieme ai posti di blocco ad opera degli agenti della Polizia Municipale, sono gli strumenti che stiamo adottando per evitare di vanificare tutto il lavoro fatto».

«Il sistema che abbiamo adottato sembra funzionare – sottolinea l’Assessore allo Sport e Turismo, Alessandro Cavallaro –, ad una settimana dal completamento dei lavori di rimozione dell’ingente quantità di rifiuti presente nella zona, la pulizia si è mantenuta. Questo dimostra che la strada che abbiamo scelto per risolvere definitivamente i problemi delle Salinelle è quella giusta. Adesso, puntiamo a rendere l’area più fruibile per i visitatori».


18 luglio

ROCCANORMANNA FEST

17 luglio/24 agosto – PATERNÒ, collina storica

roccanormanna conferenza stampaSarà la pièce teatrale “Turi Marionetta”, di e con Savi Manna, ad inaugurare, questa sera alle 21, ROCCANORMANNA FEST, la rassegna di spettacoli che avrà luogo fino al 24 agosto a Paternò (CT), nell’incantevole cornice della collina storica. Il programma del festival, nato dalla sinergia fra il Comune etneo e una rete di operatori culturali del comprensorio, è stato presentato nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri sera, all’interno dell’ex chiesa di San Francesco alla Collina, location degli spettacoli teatrali.

Molti gli spettacoli già in programma per le prime settimane di festival: appuntamenti con il cinema d’autore lunedì 21 luglio ore 21 con la pellicola “La bicicletta verde” e martedì 22, alla stessa ora con “Come pietra paziente”; da giovedì debuttano i concerti, si comincia con lo spettacolo Cadò di Gabriella Grasso (24 luglio), e la danza con La Nave delle Spose (25 luglio), l’anteprima del Marranzano World Festival 2014 con esibizioni di Eleonora Bordonaro e Alfio Antico (sabato 26 luglio) e l’unica data in Italia della cantante brasiliana di samba, celebre in tutto il mondo, Leny Andrade (27 luglio).

«Roccanormanna fest è un progetto coraggioso – ha affermato il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, durante l’incontro –, reso possibile anche grazie al sostegno di sponsor locali, che hanno voluto dare il proprio supporto all’iniziativa, con l’idea di puntare sullo sviluppo, non solo culturale, di questa città, che ha tutti gli elementi per rinascere, perché crede in sé stessa e nelle proprie potenzialità».

«Questa rassegna nasce in un momento in cui la cultura viene messa in secondo piano – ha dichiarato Orazio Torrisi, dell’associazione Città Teatro – per via delle enormi difficoltà finanziarie affrontate sia da parte degli Enti locali che degli operatori. In questo contesto difficile noi abbiamo deciso di non arrenderci, ma di scommettere in un progetto di qualità che non vuole concludersi in una stagione, ma costruire delle solide basi per il futuro, diventando un punto di riferimento nel panorama culturale non solo dell’isola ma anche di tutto il meridione»

E c’è dunque grande attesa per l’inizio del festival, che prevede più di un mese di eventi, suddivisi fra spettacoli teatrali, concerti di musica, spettacoli per bambini e serate di cinema. Il tutto, grazie alla collaborazione fra il Comune paternese e la “Rete Siciliana dello spettacolo e delle arti” costituita fra alcuni dei più attivi e riconosciuti operatori culturali del comprensorio etneo e non solo: Scenario Pubblico, Zo Centro Culture Contemporanee, Mercati Generali, Città Teatro, Lomax, Cinestudio, Catania Jazz, Associazione musicale Etnea insieme al Circuito Musicale Siciliano, Statale 114 insieme alla Rete di Drammaturgia Contemporanea Latitudini; a fornire il proprio prezioso supporto al progetto, anche le associazioni locali Casa del Cantastorie, Casa dei Santi, Musica e Movimento.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento erano presenti anche due dei protagonisti della rassegna: gli attori Savi Manna, autore ed interprete dello spettacolo “Turi Marionetta”, che verrà messo in scena questa sera, dopo il successo riscosso al festival VOX POPULI di La Livernier, ed Elaine Buonsangue, attrice e fondatrice della compagnia Statale 114, interprete di "Medea Material" che andrà in scena l'1 agosto. Attrice di cinema, Buonsangue ha partecipato a film in diversi ruoli, con registi come Faenza e  Crialese.


Presenti all’incontro con la stampa anche i rappresentanti delle associazioni culturali promotrici del festival: Orazio Torrisi, per Città Teatro, Biagio Guerrera, dell’Associazione Musicale Etnea, Silvio Parito, della Rete di Drammaturgia Contemporanea Latitudini. Per il Comune di Paternò, oltre al primo cittadino, c’erano anche il vicesindaco Carmelo Palumbo e gli assessori Agostino Borzì ed Alessandro Cavallaro, oltre ad alcuni consiglieri comunali; con loro anche gli sponsor promotori del festival e le associazioni di volontariato Anpas e Misericordia, sezioni di Paternò, che cureranno il servizio d'ordine per tutta la durata della rassegna.

Tutte le info sul festival sul sito: www.roccanormannafest.it

Devi effettuare il login per inviare commenti

Mauro Mangano Sindaco

Newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register
Terms and Condition

Compila il form d'iscrizione alla newsletter. Tutti i campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori. Inserisci un indirizzo e-mail valido. Riceverai un messaggio di conferma iscrizione alla newsletter.


Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.