Letture

 

Un'occhiata alle letture più recenti, per condividere impressioni, passioni, delusioni. Ovviamente chiedo pareri, consigli, e così via. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Qua trovate solo le letture più recenti, ma per tutte le altre...

La vita dei dettagli

Vota questo articolo
(0 Voti)
di Antonella Anedda. Donzelli Antonella Anedda è una grande poetessa, ma in questo caso scrive un libro sull'arte, osservando le opere di pittori di ogni tempo ed isolando particolari, andando appunto a caccia della vita dei dettagli. Un dettaglio isolato che prende una vita autonoma, cattura il nostro sguardo. E poi ti fa pensare: forse è la vita "nei" dettagli?

Il maestro ignorante

Vota questo articolo
(0 Voti)
di Jacques Ranciere. Mimesis Si può educare gli uomini ad essere liberi? solo a condizione che il maestro sappia di non sapere ciò che insegni. Ranciere riprende l'esperimento di Philippe Jacotot e dimostra l'incredibile aporia dell'insegnamento, che si fonda sull'ineguaglianza, a partire da quella tra alunno e maestro, e quindi non può che perpetuarla nella società. Affascinante, anche se la scrittura è un po' ridondante.
Vota questo articolo
(0 Voti)
di Gianrico Carofiglio. Sellerio Primo libro di Carofiglio che leggo. Bravo, una scrittura che accompagna con garbo la riflessione, ma anche una storia tenuta molto bene insieme. Qualche indulgenza di troppo all'autocelebrazione finto-modesta del personaggio, ed una rischiosa tendenza a scivolare nel sentimentale. Bel gioco di rimandi tra presente e memoria e tra autori di ogni genere, da Hanna Arendt al Cantico dei Cantici.

I cardi del Baragan

Vota questo articolo
(0 Voti)
di Panait Istrati. Argo La descrizione secca e spietata della miseria della Romania agli inizi del 1900. Una scrittura che da noi si sarebbe definita "verista". Una visione del mondo e della storia che non lascia spazio a nessuna illusione.
Vota questo articolo
(0 Voti)
di Haruki Murakami. Einaudi Sei racconti in perfetto stile Murakami, surreale, leggero e profondo allo stesso tempo. Dialoghi secchi e forti come nella migliore tradizione del racconto del novecento, da Carver a Leavitt. Non un capolavoro, ma un bel libro.
Vota questo articolo
(0 Voti)
di Guido Ceronetti. Il notes magico E questa è mia, ispirata dal libro di Ceronetti: BALLATA DELL’ANGELO Non fissare con tanto stupore Questa macchia di sangue sull’ala È una ferita, va bene ma il dolore Non c’è, non qui. Certo non vola ma qui sto bene, non rimpiango il cielo, i compagni del Paradiso ogni giorno che quaggiù rimango mi sento sempre più deciso capisco che non ho perso molto ed anche questo è un cielo, capovolto. Ancora credete che da qualche parte Ci siano creature perfette, onnipotenti Non so, verso Giove, Saturno o marte E vagano volando felici e…
Vota questo articolo
(0 Voti)
di Haim Baharier. Garzanti Un libriccino chiaro ma profondo che ripercorre i punti più importanti della Genesi e li spiega, ma soprattutto apre il cuore ad una riflessione, senza risposte definitive, sulla nostra fragilità, e sulla grande opportunità che Dio ha dato all'uomo, lasciandolo libero.

Il principio dell'amore

Vota questo articolo
(0 Voti)
di Maeve Brennan. Rizzoli. Un esempio quasi perfetto di come la scrittura non debba essere principalmente il racconto di fatti, ma soprattutto la presentazione di esseri umani, caratteri, insomma l' ethos e non la praxis. Personaggi, relazioni, le tante cose di cui parliamo quando parliamo d'amore.

Accabadora

Vota questo articolo
(0 Voti)
di Michela Murgia Romanzo stupendo, fatto di velluto e pietre come la vita nelle isole. la storia di una bambina che diventa ragazza e donna, in un mondo duro, dove vita e morte non si giocano solo nella realtà biologica ma anche nell'anima. Scritto benissimo.
Vota questo articolo
(0 Voti)
di Gianrico Carofiglio. Rizzoli Riprendersi le parole per riprendersi il pensiero, il senso, il valore.

Lo spazio bianco

Vota questo articolo
(0 Voti)
di Valeria Parrella. Einaudi Una giovane scrittrice italiana, un libro semplice e profondo. Una donna aspetta che sua figlia, in incubatrice per la nascita prematura, nasca o muoia. E nel frattempo tutto il suo mondo, l'Italia di oggi, Napoli, prendono corpo e acquistano un senso, o lo perdono. Molto bello.

Coventry

Vota questo articolo
(0 Voti)
di Helen Humphreys. Playground Una notte durante la seconda guerra mondiale, un bombardamento che sconvolge la vita di molte persone, di un'intera città. Due donne che perdono ciò che amano più do ogni cosa. Un romanzo che porta il lettore negli spazi quieti del dolore che non può finire, eppure somiglia tanto alla voglia di vivere.

Mauro Mangano Sindaco

Newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register
Terms and Condition

Compila il form d'iscrizione alla newsletter. Tutti i campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori. Inserisci un indirizzo e-mail valido. Riceverai un messaggio di conferma iscrizione alla newsletter.


Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.